Formello, il San Paolo ai piedi di Luis Alberto

Inzaghi sceglie il 3-5-1-1 più prudente con Parolo a centrocampo e Correa pronto a subentrare dalla panchina. Resta in standby a Napoli il modulo fantasia.

di redazionecittaceleste

ROMA – Tutto affidato alla fantasia di Luis Alberto. Arriva un’altra conferma oggi a Formello: sarà lo spagnolo ad agire dietro le spalle d’Immobile. Correa parte dalla panchina, con Parolo contro il Napoli c’è più prudenza.
unnamed
Non si fida del Napoli decimato da infortuni e squalifiche, Inzaghi. Per questo sceglie comunque il 3-5-1-1 più prudente con Parolo a centrocampo e Correa pronto a subentrare dalla panchina. Resta in standby a Napoli il modulo fantasia. Confermata invece l’inversione di fascia per Lulic, pienamente recuperato dalla botta al ginocchio. Sull’altra fascia toccherà a Lukaku. Al centro della difesa il terzetto Luiz Felipe, Acerbi, Radu. Insomma Inzaghi si affida alla “vecchia” Lazio al San Paolo.

MAGNIFICA PRESENZA
Scaramantici come sono, a Napoli staranno già facendo le corna. Perché c’è una presenza mistica contro le assenze pesanti dell’altra sponda. E’ Leiva il portafortuna, pronto a spadroneggiare a centrocampo senza lo squalificato Allan al San Paolo. Mai come questa volta la sorte sorride alla Lazio, mai come questa volta non è ammesso un passo falso. Oggi Ancelotti saprà se potrà contare su Koulibaly (attesa la sentenza), ma già dovrà rinunciare pure ad Hamsik e Insigne. Mertens recupererà ma non sarà al meglio per un problema alla caviglia, ci sarà Lulic ad aspettarlo su quella fascia. Guida Leiva al centro, è lui ad accendere la vera speranza. Anche se non bastò la sua presenza all’andata, ma non è un caso che nel girone siano comunque arrivate appena due vittorie in sua assenza. Ci sarà Lucas al San Paolo, ci sarà il suo ringhio e il suo tocco fatato. Quando c’è lui in campo, di solito per gli avversari non c’è scampo: 10 gare, 7 successi, una media di 2,2 punti. In nove match senza Leiva, invece, la stessa andatura si dimezza a 1,1 a partita. Eppure anche il brasiliano : le uniche tre sconfitte con lui in campo sono arrivate con Napoli, Juve e Roma. Per questo anche lui è pronto a sfidare le grandi e a invertire questa statistica. Le prossime tre partite diranno se il buongiorno si vede dal mattino. 

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy