Il Bassano vuole stupire ancora

BASSANO – Peccato non ci sia più Berrettoni, sarebbe stata anche la sfida dei ricordi. L’ex laziale ha appena lasciato da protagonista un Bassano che riprende da dove aveva lasciato la scorsa primavera. Inesauribile, la Coppa Italia dice questo: dal derby col Vicenza si è arrivati ai quattro sberloni sul…

di redazionecittaceleste

BASSANO – Peccato non ci sia più Berrettoni, sarebbe stata anche la sfida dei ricordi. L’ex laziale ha appena lasciato da protagonista un Bassano che riprende da dove aveva lasciato la scorsa primavera. Inesauribile, la Coppa Italia dice questo: dal derby col Vicenza si è arrivati ai quattro sberloni sul Livorno. Nel segno di Stevanin e dei suoi gol allo scadere. Tutto per lanciare chiari segnali alla Lazio: domenica alle 20.30 non vuole essere una passerella. Se un anno fa toccava al Cittadella recitare la parte della matricola in quel di San Siro, ora all’Olimpico è la volta di un’altra veneta.

 

Quella che si presenta al cospetto della Lazio è una squadra reduce da una stagione trionfale. Il campionato stravinto a +12 sulla seconda, l’appendice di una Supercoppa dove il Messina non ha avuto voce in capitolo. Argomenti più che buoni per convincere l’ambizioso Tonino Asta a provarci con il Bassano. In vista della Lazio sta tentando il recupero Pietribiasi, capocannoniere dei veneti lo scorso anno e assente a Livorno. In dubbio anche il portiere Rossi mentre Nolè è fuori per squalifica. A sei giorni dalla partita i tifosi hanno già preparato un pullman che si muoverà verso la Capitale. Qualche centinaio di tifosi del Bassano a Roma è da mettere in conto.

(Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy