Lazio, la rabbia di Caicedo. E la Fiorentina continua a corteggiarlo…

Caicedo è arrabbiato

di redazionecittaceleste

ROMA – Non deve essere stata facile da digerire, per Caicedo. L’attaccante della Lazio ha giocato ben zero minuti, l’altro ieri, contro il Milan. Correa non ce la fa e lascia il campo prima della fine del primo tempo, Inzaghi lancia in campo Vedat Muriqi anziché l’ormai affidabilissimo centravanti ecuadoriano. Ma non finisce qui: perché la Pantera non entrerà mai in campo, poi, contro il Diavolo. Eppure ce ne sarebbe stato bisogno, la Lazio doveva rimontare e Felipe è noto in termini di gol decisivi. Ma niente, zero, solo panchina. «Era uscito dalla sfida col Napoli un po’ affaticato, mi aveva rassicurato, ma nell’ultimo allenamento di Muriqi aveva fatto bene ed era il suo momento» ha spiegato Inzgahi a fine partita.

Eppure Caicedo giura di stare benissimo, o almeno questo è quanto trapela da Formello. Una situazione che rischia di diventare un caso. Quel che è certo è che il giocatore non ha gradito il trattamento riservatogli da Inzaghi, dopo tutti i gol decisivi messi a segno ed i punti portati alla causa, Caicedo sperava di poter essere maggiormente considerato dal suo allenatore, ecco perché si sente spiazzato. E poi c’è la Fiorentina, la società viola cerca un attaccante ed ha messo proprio il laziale nel mirino. Il quale, ha più volte ribadito di stare bene a Roma, ma potrebbe al tempo stesso essere attratto dalla possibilità di essere titolare altrove. Protagonista, come meriterebbe. La notte di San Siro potrebbe avere un certo peso, nella mente di Caicedo, in termini decisionali. Ad oggi offerte concrete non sono arrivate al presidente Lotito, ma se dovessero giungere non è più scontato aspettarsi un “no” da parte dell’attaccante biancoceleste.  E intanto, parlando del mercato della Lazio, arrivano grosse indiscrezioni: >>> “9 trattative possibili a gennaio!”<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy