SPOCCHIA A OLTRANZA – “Mercato chiuso in grande stile”. Lotito, rimani in silenzio e aspetta l’eventuale “perdono” dei laziali. Sbuca ancora ancora la testa del “coniglio” Hernanes…

di ALBERTO ABBATE ROMA – Il mercato è chiuso, parola di Lotito: “La squadra è completa, non voglio essere vittima di promesse fatte da altri”. Ora si lavora solo in uscita, sullo sfoltimento della rosa, a meno che non si palesi qualche “occasione” last minute: “Siamo sempre presenti sul mercato…

di redazionecittaceleste

di ALBERTO ABBATE

ROMA – Il mercato è chiuso, parola di Lotito: “La squadra è completa, non voglio essere vittima di promesse fatte da altri”. Ora si lavora solo in uscita, sullo sfoltimento della rosa, a meno che non si palesi qualche “occasione” last minute: “Siamo sempre presenti sul mercato per migliorarci”, la frase sibillina nel comunicato odierno. Irritante invece la solita “spocchia”: “Nei primi giorni d’apertura del calciomercato avevo dato la mia parola ai tifosi che avremmo costruito una grande squadra, concentrandoci sui rinforzi in quei reparti necessari e mantenendo in maglia biancoceleste quei calciatori che, ad ogni livello, in ogni altro club, oggi garantirebbero il salto di qualità. Gli acquisti di Djordevic, Parolo, Basta, De Vrij, Braafheid e Gentiletti, ma soprattutto il riscatto di Candreva, testimoniano la volontà della società di tornare ai massimi livelli, e riscattarsi dopo un anno in cui certamente avremmo potuto, e dovuto, dare di più”. Bravo. La scorsa annata doveva essere proprio quella del passo decisivo, dopo una Coppa Italia eterna alzata al cielo. Con un entusiasmo che avrebbe sollevato pure la terra in paradiso. E invece tu, Lotito, hai fatto ripiombare la Lazio nel baratro. Con una campagna estiva sbagliata, con la cessione d’Hernanes e nessun rinforzo a gennaio, con un’imbarazzante vicenda Petkovic trascinata al ridicolo.

IL PERDONO A COMANDO –L’impegno coi tifosi di una squadra competitiva e di un mercato in grande stile e’ stato pienamente mantenuto”. Questo dovresti farlo decidere al tuo popolo. E comunque, presidente, stai solo rimediando ai tuoi errori. Rimani in silenzio e fa sì che siano i laziali a perdonarti. Senza elemosinare, in mala fede, consensi a comando. Non puoi ridare per avere subito. Occhio a questi capricci boomerang: “Mi auguro che i tifosi riconoscano gli sforzi compiuti, poiché continuare ad asserragliarsi dietro a sterili proteste – dopo aver peraltro manifestato in ripetute occasioni il mio personale interesse ad un dialogo e a un riavvicinamento – non gioverà a nessuno, tanto meno alla Lazio e alla sua squadra che ha bisogno dell’entusiasmo e del tifo di sostenitori che la amino”. Caro Lotito, la contestazione non è stata affatto sterile. Anzi, almeno un obiettivo (non certo il “mea culpa” su tutti gli sbagli della tua gestione) lo ha perfettamente centrato: in questi 10 anni, ha prodotto un’altra campagna acquisti degna di nota. Se non verrà ceduto Candreva, come ripeti ormai ogni giorno, ti sarai spremuto per trattenerlo a ogni costo per non provocare una “sommossa popolare”, pur avendo speso quasi 30 milioni. Sperando che non ci sia un’altra tua magia “nera” a gennaio: getta subito il cilindro, esce ancora la testa del coniglio Hernanes.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy