• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

LE PAGELLE DEL DIRETTORE – Caicedo alla CR7, bentornato Sergej!

LE PAGELLE DEL DIRETTORE – Caicedo alla CR7, bentornato Sergej!

Questi i voti del nostro Direttore Stefano Benedetti

di redazionecittaceleste

ROMA – La Lazio stravince il derby contro la Roma e chiude in trionfo la serata dell’Olimpico grazie al 3-0 che riapre la corsa Champions per gli uomini di Simone Inzaghi. Questi sono i voti del nostro Direttore Stefano Benedetti in una grande serata:

eccezzzionale

Strakosha: 8 Il portiere albanese, oggi in divisa completamente nera, al 23esimo con una grandissima parata salva il vantaggio biancoceleste. Dzeko aveva provato ad impensierirlo con una splendida diagonale a incrociare ma lui gli ha negato la gioia del pareggio. Al 21esimo del secondo tempo salva nuovamente il risultato con una prodigiosa parata su un pericolosissimo tiro di Florenzi dalla distanza.

Bastos: 7.5 Dopo la grandissima prestazione contro il Milan, Inzaghi ha scelto di schierarlo nuovamente dal primo minuto. Gioca una partita strepitosa. Difende bene ma quando deve impostare il gioco è un disastro. Più volte ha perso dei palloni molto ingenuamente ma con prontezza li ha immediatamente recuperati.

Acerbi: 7.5 Come spesso accade è tra i migliori in campo. Un giocatore che fa della sua esperienza il suo asso nella manica. Marca Dzeko a uomo come ha fatto in semifinale di andata con Piatek. Recupera molti palloni sfilandoli dai piedi degli avversari e con la tromba in bocca suona la carica ai suoi compagni invitandoli al contropiede.

Radu: 7 Per lui in particolare il derby non è una partita come le altre. Dalla sua grinta sembra che dall’inizio della stagione non faccia altro che aspettare con ansia questo match. Ha fatto capire a tutti che a sinistra non si passa. Concentrazione, cuore, grinta, carattere e determinazione.

Marusic: 7 La fascia destra con l’arrivo di Romulo è sempre protagonista di un ballottaggio. Questa volta lo ha vinto lui. Viene schierato dal primo minuto da Inzaghi ma non è mai riuscito ad impensierire la difesa giallorossa. Gioca una partita di sacrificio gettandosi all’attacco per poi tornare immediatamente ad aiutare il reparto difensivo. Molto meglio la manovra difensiva di quella offensiva.

Leiva: 7.5 Il gladiatore brasiliano giganteggia a centrocampo. Viene spesso lasciato solo dai giallorossi che gli concedono la possibilità di impostare il gioco a suo piacimento. È il padrone assoluto del centrocampo.

Luis Alberto: 7 Con Parolo e Immobile non al 100%, Inzaghi schiera una Lazio super offensiva inserendo dal primo minuto Luis Alberto, Correa, Milinkovic e Caicedo. La prima palla gol biancoceleste arriva al sesto minuto. Correa dopo una pericolosissima galoppata viene atterrato nei pressi dell’area di rigore. Luis Alberto fa suo il pallone ma colpisce la barriera lasciando un brivido sugli spalti. Sembra essere tornato il mago dell’anno scorso. Inventa, disorienta l’avversario e imposta il gioco con una semplicità straordinaria. Al 24esimo del secondo tempo Inzaghi ha bisogno di una Lazio più difensiva per difendere il risultato così decide di sostituirlo schierando al suo posto Marco Parolo.

Parolo: SV Viene schierato a metà del secondo tempo al posto di Luis Alberto. Entra e fa il suo.

Milinkovic: 7.5 il primo tempo ci riconsegna il giocatore ammirato nella scorsa stagione. È presente, vivo, su ogni pallone. Lavora di fisico e di fioretto ogni pallone. Il giocatore che è mancato dall’inizio di questa stagione. Torna di prepotenza anche il suo stacco aereo che ha dato grande imprevedibilità a tutto il reparto. Grande partita

Lulic: 8 È ovunque. Praticamente è stato sufficiente vedere la posizione del pallone per trovarlo pronto a cercare un affondo o a dare una mano ai compagni di squadra. Di sicuro la sua migliore partita dall’inizio della stagione. Interpretata con cuore laziale. Peccato per il cartellino giallo subito per un fallo a centrocampo su Pellegrini.

Correa: 7.5 Il passaggio per Caicedo che da lì a poco realizzerà il gol è una carezza all’anima dei tifosi della Lazio. Gioca in scioltezza…in allegria. Anche per lui di sicuro la migliore partita da quando indossa la maglia della Lazio

Caicedo: 8 Segna un gol alla Cristiano Ronaldo. Gioca di testa il novanta per cento dei palloni. Sgomita, scalcio. Crea spazi. Inutile dire che è la sua più bella Partita da quando indossa la maglia della Lazio. Viene sostituito sfinito al 19 minuto della ripresa da Immobile

Immobile: 8 Entrato da poco prende il pallone lo mette sul dischetto e si prende 8 in pagella.

Inzaghi: 8 Coraggio forza e onore. Inzaghi oggi ritrova la sua Lazio. Ritrova i suoi ragazzi, il suo gruppo. La grinta di una squadra che contro la Rina ha gettato il cuore oltre l’ostacolo. Hai ragione tu Simone. Il modulo non conta. Conta l’atteggiamento. E oggi è stata una grande Lazio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy