Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Bastos e il colpo di reni: il 15 reagisce e si riprende il posto

L'angolano risponde sul campo dopo le critiche: bella prova contro l'Inter e titolarità riconquistata. Ora non vuole più fermarsi...

redazionecittaceleste

di Lorenzo Ottaviani

ROMA - Mugugni, sguardo basso e eliminazione dei commenti sui social. Queste le reazioni avute da Bastos dopo le critiche piovutegli addosso in seguito al rigore procurato contro l'Atalanta qualche settimana fa - non il primo penalty causato dall'angolano in questo girone d'andata, per la verità -. L'ex-Rostov si stava vedendo scivolare tra le mani l'opportunità di diventare un titolare in pianta stabile della bella e ambiziosa Lazio targata Simone Inzaghi. Il rientro dall'infortunio di Wallace, il titolare designato ad inizio stagione, poteva complicare ulteriormente i piani dello stopper biancoceleste, ma la realtà si è rivelata un p0' diversa. Infatti la prestazione fornita da Bastos nella complicata sfida di San Siro è stata di quelle che fanno pensare ad una rinascita, ad un colpo di reni disperato e determinato dato proprio quando serviva a non cadere nell'oblio, in questo caso nella panchina. Se de Vrij ha incantato, il numero 15 non ha sofferto, tenendo botta con forza e fisicità di livello. Un'attenzione e una consapevolezza ritrovata che non possono che far piacere ad Inzaghino, che ora dovrà fare delle scelte.

TESTA A TESTA

Per un Bastos che torna a sorridere, c'è un Wallace che invece deve rimboccarsi le maniche. Sì, perché la scelta dell'angolano per il match contro l'Inter mette in evidenza una gerarchia che l'ex-Monaco non è ancora riuscito a modificare. Ne avrà tutto il tempo, ma certo è che momentaneamente ha bisogno di minutaggio per far vedere ad Inzaghi di essere tornato in forma smagliante e pronto per affiancare Radu e de Vrij nel terzetto difensivo biancazzurro. Il difensore brasiliano dovrà sudare e impegnarsi al massimo a Formello in questa settimana, per sperare in una chance contro la Spal e convincere Inzaghi a tornare sui propri passi e schierarlo in pianta stabile. Con le tante partite ravvicinate ci sarà spazio per tutti, quindi starà a Wallace farsi trovare pronto e dimostrare di essere ben più di una valida riserva. Intanto queste le parole di Sergej Milinkovic-Savic, che parla del futuro e della permanenza nella Prima Squadra della Capitale: CONTINUA A LEGGERE

Potresti esserti perso