ESCLUSIVA – Manfredini: “Lazio, devi crederci. Il punto di forza? I laziali…”

In esclusiva ai microfoni di Cittaceleste.it parla Cristian Mafredini

di redazionecittaceleste

Di RM

ROMA – La Lazio prosegue con passo inarrestabile la sua volata allo scudetto in una lotta che si fa sempre più agguerrita. Dopo aver battuto anche il Genoa nel difficile campo del Marassi, i biancoceelsti preparano il match contro il Bologna. Per fare il punto sul momento della Lazio,abbiamo intercettato – in esclusiva – Cristian Manfredini, ex attaccante biancoceleste.

Quanto pesa la vittoria del Marassi?

Vincere, a questo punto della stagione contro una squadra in salute, vuol dire essere forti. La Lazio è consapevole e sa di poter puntare al massimo risultato, avendo già battuto le grandi. 

Si è visto Vavro titolare. Il ragazzo non ha sfigurato…

Quando la squadra va bene, c’è fiducia, e tutti fanno bene, perché trasportati da tutta la squadra. Chi entra non può essere fuori dal coro. Tutti i giocatori della Lazio sono giocatori importanti. 

Quanto è stata determinante la cura Inzaghi?

La cura Inzaghi ha fatto dei miracoli in tutti i giocatori. Cataldi aveva qualità, ma erano ancora inespresse.Con Inzaghi sono venute fuori. Ma anche l’ambiente esterno ha fatto il resto. Pubblico, ambiente.

Corsa allo scudetto sempre più avvincente…

La corsa è a tre. La Juventus  è più abituata, l’ Inter è forte, ma la Lazio è consapevole.  Sta giocando bene. La squadra più in forma, credo fermamente nella Lazio. Darà filo da torcere a tutte, perchè non perde, gioca bene, cresce in autostima e voglia di vincere. La Juventus rimane favorita, ma le quotazioni della Lazio si sono alzate. 

I Laziali e l’ambiente da uno che l’ha vissuto sulla pelle…

Sono incredibili. Danno una grossa spinta: 15 mila in curva, in trasferta sono tantissimi, hanno un arma in più. Il calore è importante. Sono 6 anni che si sta facendo benissimo, ci saranno sempre applausi in qualsiasi caso dovesse finire. Quest’anno si punta alla ciliegina sulla torta perchè è l’anno dei record.

Cosa ne pensa della sospensione di alcune partite per il Coronavirus e di far giocare molte partite a porte chiuse?

La sicurezza pubblica va avanti a tutti. Non si possono cambiare i calendari, giusto giocare a porte chiuse e non sospendere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy