• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Lazio, Falbo: “La passata stagione è stata fantastica. Spero di far bene in prima squadra”

Lazio, Falbo: “La passata stagione è stata fantastica. Spero di far bene in prima squadra”

Le parole di Luca Falbo dopo l’allenamento pomeridiano di oggi ad Auronzo di Cadore

di redazionecittaceleste

AURONZO DI CADORE – Al termine dell’allenamento pomeridiano di ieri ad Auronzo di Cadore è toccato a Luca Falbo essere intervistato dai canali ufficiali della Lazio. Ecco le parole del classe 2000 fresco di rinnovo: “Va tutto molto bene, mi sto divertendo il gruppo è fantastico. Stamattina ci siamo divertiti a provare i tiri in porta, fortunatamente il pallone è finito spesso nello specchio (ride ndr). La palla sta entrando spesso, spero di continuare con questo trend, se dovesse accadere in una partita ufficiale ancora meglio. Con Raul Moro abbiamo fatto delle sfide con le sponde, dovevamo tirare al volo e ci siamo divertiti molto. Come è stata la mia stagione passata? È stata fantastica, in crescendo mese dopo mese. Ho segnato il primo gol in Primavera, poi ho fatto l’esordio in Europa League, poi in Serie A contro una squadra di fenomeni (la Juventus ndr). Spero di continuare su questa scia, con la squadra mi trovo bene e anche con la società con la quale ho rinnovato”.

E continua: “Spero di far bene con questo gruppo, io mi metto a disposizione poi il mister deciderà il da farsi. Quale ruolo preferisco? Il portiere (ride ndr). Scherzi a parte, centrocampista come esterno o mezzala. Però se devo scegliere dico esterno. Mi piace cambiare ruolo, l’importante per me è giocare non importa dove. Devo ringraziare Menichini per avermi insegnato ad essere una mezzala. Cambia tutto al centro del campo, compresa la posizione del corpo. Fare questo passo mi ha aiutato molto a crescere. Mi dispiace non poter giocare la Youth League per motivi d’età, però faccio un grande in bocca al lupo ai miei ex compagni. Li ho sentiti, li ho salutati prima che partissero in ritiro. Sono un bel gruppo, sono uniti e gli auguro il meglio. Dopo la fase del lockdown alcuni di noi giovani sono stati chiamati per fare numero in prima squadra. Adesso invece siamo parte a tutti gli effetti della rosa quindi ci giocheremo le nostre carte. A sinistra siamo tanti? Per me è un vantaggio, posso rubare le cose migliori ad ognuno di loro e riportarle sul campo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy