Bonatti: “Derby con la Roma? Vediamo quanto siamo cresciuti”

Bonatti: “Derby con la Roma? Vediamo quanto siamo cresciuti”

Ecco le parole del tecnico della Primavera biancoceleste

ROMA – Ai microfoni di Lazio Style Radio, il tecnico della Primavera Andrea Bonatti ha parlato dei prossimi impegni che attendono i suoi ragazzi. Sul sorteggio, che ha decretato la sfida con la Roma nelle Final Eight, ha detto: ” Il sorteggio ci vede forse da un punto di vista tecnico penalizzati, perché in alternativa poteva essere il Chievo. Il fatto di affrontare i Campioni d’Italia in carica, vincitori di Coppa e Supercoppa, vista così, abbiamo poco da dire. Ma ogni partita ha una storia a sé e noi ci stiamo preparando nel miglior modo possibile. Vogliamo vedere quanto siamo cresciuti negli ultimi mesi, e vogliamo misurarci con una squadra forte per vedere le nostre qualità. Loro vengono dai play off? Va contestualizzato. Inter e Atalanta hanno fatto un percorso strepitoso. Loro hanno avuto un periodo particolare e di flessione. Ha avuto qualche piccola difficoltà e gli altri ne hanno approfittato. Il motivo è solo quello, perché per valori, a mio parere sono le squadra più forte d’Italia. Sono estremamente in salute. Il sorteggio ha detto questo e noi con grande curiosità vogliamo confrontarci con loro”.

Sulla pausa e sui miglioramenti della squadra, ha detto: “Le settimane di pausa possono averci tolto un po’ di concentrazione, ma potrebbero averci dato un po’ più di freschezza. Ma la Roma è in salute, sono in forma e si è visto nella partita col Genoa. Cosa abbiamo in più rispetto a quando li affrontammo sei mesi fa? Spero più maturità. Lì abbiamo subito il pressing della Roma. Noi dovremo essere bravi a gestire il palleggio. Mi auguro che adesso avremo trovato le misure adeguate”.

Su come affrontare la partita, ha detto: “Io ho visto il Genoa nei play off con la Roma che ha giocato con un sistema simile al nostro, e sinceramente la Roma li ha messi molto in difficoltà. Loro hanno grande tecnica nello stretto. Ci possono mettere molto in difficoltà con questo centrocampo a Rombo. Spero di essere preciso nello spiegare ai miei ragazzi come fronteggiarli. Lo spogliatoio dopo il sorteggio? C’è curiosità come dicevo prima. Non c’è spirito di rivalsa, ma solo voglia di affrontare questa partita. Noi siamo abituati a focalizzare l’attenzione sul nostro percorso di crescita. Il fatto di riaffrontarli è un’opportunità per vedere quanto siamo cresciuti. Ho trovato un gruppo molto sereno. Ogni partita nasconde partite per sé e per gli altri. Noi dovremo utilizzare le nostre armi, che non dovranno essere quelle usate dal Genoa nei play off. Più che incanalare l’attenzione sui dati in casa e in trasferta, penso che in queste partite bisogna porre l’attenzione sulla questione emotiva. La Roma ha già affrontato partite così importante, invece dei miei solo Rossi, penso. È una vetrina importante, e sarà un bagaglio di esperienza importante che questi ragazzi  si porteranno dietro per il loro futuro”.

Sull’esordio di Spizzichino in A, ha detto:“Sono molto soddisfatto del suo esordio in Serie A. Ha dato tutto in ogni singolo allenamento. Ho cambiato io il suo ruolo, all’inizio non condividevano questa scelta, ma poi ha dato i suoi frutti. Ha le giuste qualità per quel ruolo”.

Sulla differenza tra una partita secca e una di campionato, ha detto: “Tra una partita secca e una di campionato cambia sicuramente tutto. La volontà di poter vincere un trofeo c’è in ognuno dei giocatori. Cambia perché se toppi una partita in campionato hai altre partite per recuperarlo, invece qui se sbagli sei fuori. È chiaro che è opportuno misurarsi con questo tipo di partite, perché se del calcio si vuole fare il proprio lavoro, bisogna saper giocare queste partite. Io ho il compito di preparare al meglio questa sfida”.

Sul suo futuro, ha detto:“Vado in vacanza. Non so a quali offerte vi riferite. È normale che il mio percorso di formazione viene da 9 anni con le prime squadre e quindi la mia ambizione e il mio orientamento è quello. Ci sono tanti se e tanti ma, ma io sono concentrato sulle Final eight. Vedremo se queste società sapranno aspettare. Sono vincolato con la società con un contratto lungo, e ne sono onorato, e quindi mi dovrò confrontare con loro a fine stagione”.

Un ex biancoceleste, invece, ha detto la sua sulla prossima stagione che sarà chiamata ad affrontare la prima squadra: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy