Primavera, Murgia: “Spero di mettere in pratica gli insegnamenti di Klose”

Primavera, Murgia: “Spero di mettere in pratica gli insegnamenti di Klose”

Alessandro Murgia tira le somme e ai microfoni di Lazio Style Radio parla dell’annata appena terminata e di qualche rimpianto

murgia

ROMA – Alessandro Murgia tira le somme e ai microfoni di Lazio Style Radio parla dell’annata appena terminata e di qualche rimpianto: “Gara con l’Empoli? Qualche rimpianto c’è, sapevo che siamo una squadra competitiva che poteva fare grandi cose. Avevamo lavorato bene, meritavamo di più. E’ andata così, il rimpianto rimane. Il girone è stato tosto, anche le squadra di medio-basso livello ci potevano mettere in difficoltà. Durante l’anno potevamo fare qualche errore in meno. Quest’anno ci è mancato quel qualcosa in più, la stagione resta però positiva. Con un pizzico di fortuna avremmo fatto qualcosa di meglio. Da cosa ripartire? Non è stato un anno del tutto negativo, abbiamo perso una semifinale di Coppa Italia strana, meritavamo la finale. Io sono contento della mia stagione, il mio obiettivo era quello di crescere per poi fare il salto. Sono stato tutelato dalla società che ringrazio. Avrei preferito andare avanti nelle Final Eight, ma sono contento di quello che ho fatto, della mia crescita. Il derby di Coppa Italia lo porto nel cuore, così come il primo derby in Primavera in cui ho segnato il 3-2. Ogni partita mi ha lasciato qualcosa, come i compagni e i mister che ho avuto”.

SU INZAGHI “Inzaghi mi ha aiutato molto dal punto di vista della personalità, della presenza in mezzo al campo, mi ha sempre detto di essere un trascinatore. Mi ha trasmesso molta forza. Dal punto di vista tecnico mi ha aiutato a fare le scelte giuste, il mister è una grande persona e lo sta dimostrando anche nei grandi. Quello è il suo posto”.

SUL FUTURO –Il futuro? Ora sono sereno, ho staccato la spina. Più avanti vedremo con la società qual è la migliore scelta.  La società mi stima e sono contento. Se esiste un futuro Murgia? Lo spero, ci sono giocatori molti interessanti nel settore giovanile della Lazio. La nostra forza è il gruppo”.

PRIMA SQUADRA – “Giocare in prima squadra è il sogno di ogni ragazzo, impari anche dalle piccole cose. E’ stato un onore, ho imparato davvero tanto. Spero di mettere in pratica tutti i consigli di Biglia, Matri e Klose. Io penso ogni giorno a migliorare, il calcio dei grandi è diverso da quello della Primavera”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy