Quanto vale veramente Stefan de Vrij

Quanto vale veramente Stefan de Vrij

Il centrale olandese potrebbe partire a fine stagione: per la Lazio sarebbe una brutta perdita

di Leonardo Mazzeo

ROMA – Il futuro di Stefan de Vrij potrebbe essere lontano da Roma. Lo stesso centrale biancoceleste non ha dato conferme sulla sua permanenza, anzi: dopo la partita contro la Juve ha aggirato la domanda con un “vediamo” di circostanza. Eppure, per la Lazio, de Vrij è fondamentale.

Sicurezza

Questo trasmette de Vrij in campo, ai compagni di reparto e al resto della squadra. Gioca da calciatore navigato da quasi tre anni, esce a testa alta dalla difesa, è puntuale nelle chiusure. Se proprio vogliamo trovargli un difetto, fatica nella difesa a campo aperto, quando dietro di lui si aprono spazi. Ma può migliorare anche in questo: è un classe ’92, è nel pieno della sua carriera ma ha ancora margini di crescita. Con lui in campo, la Lazio si sente più sicura. Ogni tanto c’è ancora qualche problema fisico, ma l’olandese è cresciuto anche da questo punto di vista: dopo il grave infortunio che lo ha tenuto fuori praticamente per tutta la passata stagione, de Vrij non ha avuto ricadute significative e ha collezionato trenta presenze fino a questo momento, segnando anche due goal.

Valore di mercato

Secondo Transfertmarkt, il valore del suo cartellino si attesta intorno ai venti milioni di euro. Probabilmente sulla cifra pesa il grave infortunio che è stato citato prima. Ma siamo convinti che, in caso di cessione, la Lazio riuscirebbe a ricavarne almeno dieci di più rispetto a quanto previsto sul portale. Questo perché la concorrenza sul giocatore è tanta. E inoltre, è risaputo, per strappare un giocatore a Lotito ce ne vuole. Come disse lui: pagare moneta, vedere cammello. Ma trenta milioni sono pochi o sono tanti, di fronte a una perdita del genere?

Alternative

Se dovesse veramente partire, la Lazio sarà costretta a intervenire sul mercato. Perché un centrale della sua affidabilità, in rosa, manca. Hoedt è cresciuto, ma non tanto da poter rimpiazzare il suo connazionale; Bastos e Wallace hanno dimostrato di poter giocare bene in una difesa a tre, ma di avere più difficoltà di adattamento in uno schieramento a quattro. I due “costringerebbero” Inzaghi a utilizzare un solo modulo. Infine, Radu ha disputato una buona stagione, ma non è de Vrij. Non garantisce lo stesso livello di sicurezza in difesa, nonostante la sua personalità e la sua esperienza. Una possibile, concreta alternativa potrebbe essere Gonzalo Rodriguez. E infatti, tra le diverse squadre, il centrale argentino è stato accostato anche alla Lazio.

Trenta (ipotetici) milioni nelle casse, ma senza de Vrij. Oppure trenta milioni in meno, ma un de Vrij in più per competere su tre fronti. La scelta starà alla Lazio. E, ovviamente, al calciatore.

Cittaceleste.it

12

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy