• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Scontri in piazza della Libertà – Il comunicato della Questura

Scontri in piazza della Libertà – Il comunicato della Questura

Ecco il comunicato della Questura di Roma rispetto agli scontri di stanotte durante i festeggiamenti per l’anniversario della Lazio in piazza della Libertà

di redazionecittaceleste

ROMA – La Questura di Roma ha diramato un comunicato nel quale condanna il comportamento di alcuni esponenti della tifoseria della Lazio durante i festeggiamenti per l’anniversario della nascita del club.

 

unnamed

Dopo la mezzanotte infatti, alcuni tifosi hanno attaccato gli agenti di polizia presenti in piazza della Libertà, attraverso il lancio di svariati oggetti. Una persona è stata arrestata, mentre altre tre denunciate. Sono in corso le revisioni dei filmati dello scontro da parte delle Forze dell’Ordine, per individuare altri eventuali protagonisti.

Il comunicato della Questura

“In occasione dell’anniversario della fondazione della Società Sportiva Lazio, verso le ore 21:30 di ieri in piazza della Libertà, ha avuto luogo il consueto festeggiamento a cui hanno partecipato circa 2500 persone.
Poco dopo la mezzanotte, un gruppo di 300 tifosi della Lazio, dopo essersi travisato, ha iniziato un fitto lancio di bottiglie, bombe carta, pietre ed altri oggetti contro le Forze dell’Ordine.
Al fine di riportare la situazione alla normalità, è stata effettuata una carica di alleggerimento, nel corso della quale sono stati utilizzati lacrimogeni e si è fatto ricorso all’uso dell’idrante.
Tra gli appartenenti alle Forze dell’Ordine, 8 sono i feriti, contusi ma non gravi, con prognosi dai 4 ai 20 giorni; un tifoso è stato arrestato e altri 3 sono stati denunciati, tutti appartenenti alle frange ultras e nei confronti dei quali verranno emessi provvedimenti di DASPO.
E’ in corso la visione delle immagini girate da operatori della Polizia Scientifica per l’identificazione di ulteriori soggetti che hanno partecipato alle azioni violente.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy