ESCLUSIVA – Bloccata la campagna abbonamenti: rischia di non partire quest’anno

ESCLUSIVA – Bloccata la campagna abbonamenti: rischia di non partire quest’anno

Ieri doveva esserci il via, ma il caso Bielsa e ancora nessun acquisto sul mercato hanno convinto il marketing a rimandarla a data da destinarsi

1 Commento
di ALBERTO ABBATE
ROMA – Le scorie di Bielsa sono ancora acidissime. E’ caos totale a Formello e ad Auronzo, nello spogliatoio e fra le strade, in mezzo alle gente. I tifosi biancocelesti domani alle 18 protesteranno a piazza Sant’Apostoli contro l’attuale dirigenza, contro una società incampace di gestire la Lazio. Perché non c’è solo il mancato accordo con il tecnico argentino, ma anche moti ormai esplosi qua e là all’interno della squadra. Da Felipe a Keita, passando per tanti altri malumori minori. E c’è di più: la Lazio rischia di essere smontata dalla coda (Candreva) al capo (Biglia), senza che concretamente ci sia almeno un toc toc – inutile chiamarlo colpo – sul mercato. Così ecco la clamorosa scelta del marketing, passata inosservata ma certificata in esclusiva dalla nostra redazione: bloccata con una precisa strategia la campagna abbonamenti, che sarebbe dovuta partire ieri. Bloccata sino a data da destinarsi. C’è persino il rischio che non parta mai, ma la Lazio al momento sta solo aspettando tempi migliori. Magari un nome di grido, un nuovo acquisto da ficcare come immagine-copertina nello slogan. Il motivo dello stop è semplice: a oggi forse non si arriverebbe nemmeno a mille tessere per la prossima stagione, più che un flop. Meglio al momento dunque evitare altre figuracce. Anche se in realtà, dopo quella mondiale con Bielsa, è difficile vergognarsi di più per qualcos’altro: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. barb.era2_768 - 11 mesi fa

    Bielsa non aveva altra soluzione che restare in argentina……

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy