ESCLUSIVA – Cataldi ha più che raddoppiato lo stipendio

ESCLUSIVA – Cataldi ha più che raddoppiato lo stipendio

In A sinora, fra gli Under 21, soltanto Paredes (48.2) ha effettuato più passaggi a partita di Danilo (48.1) e solo Zielinski (1.6) ne ha trovati di più decisivi di lui (1.4). E c’è di più: l’ex Primavera ha ritrova il posto e la gloria sottoporta col Chievo, ma nel rapporto minuti giocati/tiri ha addirittura eguagliato Keita con una media di 1,6 a match

cataldi

ROMA – S’era sbloccato col Chievo (primo gol in A), ricomincia da Genova dopo un turno di stop. Ciak, rigira Cataldi, in regia. Squalificato col Napoli, adesso ci s’aggrappa di nuovo a Danilo per sostituire Biglia. Un’altra prova di maturità per il baby centrocampista romano che si è legato alla Lazio sino al 2020. In realtà aveva già firmato lo scorso anno sino al 2018 a 300mila euro a stagione. Ecco adesso l’adeguamento biennale con un notevole salto economico: stipendio più che raddoppiato – secondo le indiscrezioni di Cittaceleste – a 700mila euro a salire sino a quasi un milione. Mica male per fargli capire quanto questa società ci tenga. Ora Cataldi deve ripagare la fiducia ed ha ancora tanta strada davanti.

REGIA DA RIVEDERE – Rimandato ancora in regia, ma almeno sbocciato a rete. Nel primo tempo col Chievo l’oscar come miglior attore non protagonista, ai titoli di coda però ecco la sua meravigliosa firma: “E’ vero nei primi 45’ ho sbagliato troppi appoggi, nel secondo ho fatto leggermente meglio perché tutti abbiamo iniziato a giocare a due tocchi”. Mica facile fare trasformarsi in Biglia: “Lucas è insostituibile, io cerco di rubargli i segreti con gli occhi. Non è facile fare il regista, io cerco di farlo al meglio e di impegnarmi in questo ruolo”. Eppure nemmeno con l’Udinese una prova nitida né minimamente vicina la luce dell’argentino.

I NUMERI – Cataldizzatore di un altro giudizio. Ci risiamo, terzo tentativo a Genova. Sarà la dodicesima presenza in questo campionato. Sinora accumulati 820’, un gol e un assist. Non ha convinto totalmente al centro del campo, eppure s’intravede un futuro in cabina maestra nei numeri: in A sinora, fra gli Under 21, soltanto Paredes (48.2) ha effettuato più passaggi a partita di Danilo (48.1) e solo Zielinski (1.6) ne ha trovati di più decisivi di lui (1.4). E c’è di più: l’ex Primavera ha ritrova il posto e la gloria sottoporta col Chievo, ma nel rapporto minuti giocati/tiri ha addirittura eguagliato Keita con una media di 1,6 a match: “Ci provo spesso a calciare da lontano, ma spesso non azzecco la mira”. 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy