IL FUTURO – Keita in bilico: si è preso gennaio per decidere. E intanto lo Swansea ci prova…

IL FUTURO – Keita in bilico: si è preso gennaio per decidere. E intanto lo Swansea ci prova…

Vuole andar via, per questo ha cambiato agente: Savini gli prometteva dall’estate una nuova piazza, nulla. Il manager Calenda dovrà riuscire lì dove il suo predecessore ha fallito: portare alla Lazio un’offerta da almeno 15 milioni. Lotito parte addirittura da una valutazione di 25 (e non di 20, come si mormora), ma – si sa – che il presidente spara altissimo per poi convincersi a cifre molto più basse

Keita

AGGIORNAMENTO ORE 15.40 – Secondo Sportmediasiet lo Swansea sarebbe pronto a dare l’assalto a Keita con 10 milioni di euro sul piatto: difficilmente Lotito cederà perchè Monaco e Watford ne avevano offerti già 14.

ROMA – Un gol, una prova da protagonista al Franchi e un mese per decidere il futuro. Keita vuole andar via, per questo ha cambiato agente: Savini gli prometteva dall’estate una nuova piazza, nulla. Il manager Calenda dovrà riuscire lì dove il suo predecessore ha fallito: portare alla Lazio un’offerta da almeno 15 milioni. Lotito parte addirittura da una valutazione di 25 (e non di 20, come si mormora), ma – si sa – che il presidente spara altissimo per poi convincersi a cifre molto più basse. Anche perché la verità è che lo stesso club biancoceleste non è mai stato convinto nell’ultimo anno del suo talento in casa.

BOTTINO – L’addio, giusto o sbagliato che sia, può consumarsi. Ma tutto dipenderà dalle offerte e da ciò che accadrà nelle prossime settimane: se Keita acquisterà continuità, diminuiranno i suoi “mugugni”: lo spagnolo vuole solo migliorarsi e giocare titolare, ma – dopo altri sei mesi – è convinto che questo non accadrà e non vuole rimanere scottato o illuso da una rete come in estate. Il Balde giovane non segnava da sei partite. L’ultimo gol al Frosinone, il 4 ottobre alla settima giornata. Quella successiva aveva sfornato il quarto assist col Sassuolo, poi l’infortunio e il rientro nel derby. Da allora, nelle quattro gare in campo da titolare, non era più riuscito a essere decisivo come in corsa a inizio stagione.

DISCONTINUITA’ – A Firenze invece Keita è tornato a spaccare la partita allo scadere del primo tempo. Col Leverkusen aveva risolto il problema del gol biancoceleste, sabato sera ha dato un altro segnale. La sensazione resta quella che lo spagnolo sia il più pimpante degli esterni, in questo momento, ma possa e debba dare molto di più di qualche semplice fiammata.

Cittaceleste.it

BENEDETTI IMPAZZISCE AI GOL DELLA LAZIO CONTRO LA FIORENTINA

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy