ZERO GOL IN 5 PARTITE – Lazio senza difesa, ma anche senza attaccanti: Pioli invita tutti a riflettere!

ZERO GOL IN 5 PARTITE – Lazio senza difesa, ma anche senza attaccanti: Pioli invita tutti a riflettere!

Udinese (0-0), Napoli (0-2), Genoa (0-0), Frosinone (0-0) e Sassuolo (0-2), in mezzo l’inutile scorpacciata casalinga (5-2) uber Hellas. Un’altra partita senza segnare e Pioli avrà eguagliato il record negativo del 2001, quando Zaccheroni collezionò 6 partite su 7

ROMA – Lanciano il Sassuolo, si nascondono davanti alla porta. Dimenticando per un attimo la difesa, AAA Attaccanti cercasi. Ci risiamo, il solito mal di gol. Klose si sarà pure sbloccato in Europa, ma in campionato non gonfia una rete da maggio 2015 a Napoli. Ieri un colpo di reni di Consigli gli nega un’altra gioia, ma Miro non ha altri guizzi. Djordjevic entra e si scontra col portiere neroverde, Matri rimane direttamente a letto. Ecciù, il gol non c’è di nuovo più. Anzi, in realtà non c’è mai stato nelle ultime 5 partite su sei di campionato. Le punte della Lazio non solo non ballano, ma nemmeno flirtano con le loro firme. Così eccoli di nuovo in bianco: 0-2 contro gli uomini di Di Francesco, che avevano subito almeno un centro nelle ultime otto giornate. Tradotto: bastava solo prendere la mira, la rete era servita su un piatto d’argento.

LE ASTINENZE – Udinese (0-0), Napoli (0-2), Genoa (0-0), Frosinone (0-0) e Sassuolo (0-2), in mezzo l’inutile scorpacciata casalinga (5-2) uber Hellas. Un’altra partita senza segnare e Pioli avrà eguagliato il record negativo del 2001, quando Zaccheroni collezionò 6 partite su 7 (dall’8/09 al 27/10) senza una rete. La Lazio continua a regalare gli approcci, a guardar bene le statistiche: nelle 10 partite del 2016 la Lazio ha segnato solo 2 gol nel primo tempo allo scadere, il Sassuolo aveva sempre chiuso in svantaggio i primi 45’ nelle ultime 11 gare. Invece stavolta ci pensa Mauricio a fargli sfatare il tabù, con un rigore servito su un tackle da fabbro. Qualcuno ieri diceva che Cannavaro non avrebbe mai giocato titolare nella Lazio. Beh, se Pioli dà ancora una maglia a quel brasiliano, c’è davvero speranza per tutti.

LA RIFLESSIONE – Nessun allenamento intanto per la Lazio oggi. Pioli vuole che i giocatori riflettano sulla sconfitta con il Sassuolo e si presentino alla ripresa, fissata mercoledì pomeriggio, per provare a salvare una stagione che potrebbe essere già finita. Serve guardarsi in faccia e stabilire come concludere questo campionato che sta riservando solo dispiaceri anche a quei pochi tifosi che hanno fischiato la squadra al triplice fischio di Damato. Domenica prossima la Lazio scenderà in campo nell’anticipo dell’ora di pranzo. Dovrà tagliare la testa al Toro, agli attaccanti biancocelesti però il gol ormai fa le corna.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy