Agostinelli: “Alla Roma? Neanche per 10 milioni…”

Agostinelli: “Alla Roma? Neanche per 10 milioni…”

L’ex centrocampista biancoceleste ha parlato in esclusiva ai microfoni di Radiosei, ecco le sue dichiarazioni…

1 Commento

ROMA – “Non ho paura del Palermo, dopo il pareggio di Genova prevedo una reazione e credo che non ci saranno problemi. Mi aspetto una Lazio cattiva e che possa fare più di un gol. Inzaghi sa benissimo che non deve lasciare punti in giro, domenica è un’occasione più unica che rara: se centrerà l’Europa League allora si confermerà l’allenatore rivelazione insieme a Gasperini, anche se l’atalantino è un tecnico navigato, mentre Simone è molto giovane”.

RIGUARDO LA FINALE DI TIM CUP – “Se potessi scegliere una data per la partita preferirei il 2 giugno. I bianconeri non penseranno mai minimamente di lasciare una coppa, a quel punto l’avrebbe fatto prima: a Napoli per esempio ha disputato una guerra per superare il turno. Le partite importanti si preparano da sole, a volte anzi si deve sdrammatizzare. Bisogna essere più seriosi invece nelle partite sulla carta più facili. L’atteggiamento giusto però deve venire dai giocatori, che se sono grandi non abbassano mai la guardia. Nella Lazio alcuni devono ancora crescere sotto questo punto di vista, mentre nella Juventus in tanti hanno questa qualità di non cedere mai un millimetro. I biancocelesti soprattutto nell’ultimo periodo hanno commesso qualche passo falso: la sfida di Cagliari, il primo tempo di Sassuolo e domenica quando la squadra di qualche tempo prima avrebbe vinto facilmente. Contro il Napoli, che non è una piccola, i ragazzi sembravano appagati dopo il derby”.

SUI ‘CUGINI’ GIALLOROSSI –  “Non allenerei mai la Roma, neanche per 10 milioni l’anno e una rosa fantastica”.

Parlando di mercato, ecco alcuni nomi per la Lazio del futuro: CONTINUA A LEGGERE

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Barba - 4 mesi fa

    Ma chi ti vuole????

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy