Cragnotti: “Bielsa alla Lazio? Vi dico una cosa…”

Cragnotti: “Bielsa alla Lazio? Vi dico una cosa…”

“Bielsa? Non lo conosco, mi dicono che sia un tipo con i piedi a terrà, un condottiero, ma io credo che in una società vincente non devono esserci prime donne”

ROMA – Il Presidente dell’ultimo scudetto biancoceleste, Sergio Cragnotti, è intervenuto nel pomeriggio ai microfoni di RadioSei ad un mese dall’evento “Di Padre in Figlio”. Ecco le sue parole. “Il 23 maggio abbiamo vissuto una grande emozione, la conferma che il popolo della Lazio è davvero grande. E’ bello sentirsi ancora amati malgrado ormai io faccia parte del passato. Speriamo che la storia si possa ripetere dopo i nostri fasti, che la Lazio possa riassestarsi ai vertici del calcio europeo come è avvenuto con la nostra gestione. Si è sempre cercato di trovare un nuovo equilibrio nella mia gestione anche con i tifosi, l’intento di tutti è di avere una squadra competitiva, è per questo che la Curva Nord ci seguiva e spronava con tanta passione. Di episodi ed avventure da raccontare ce ne sono tante, in campo un mese fa ho ricordato la vittoria in Supecoppa contro il Manchester, ma anche la vittoria dello Scudetto è indimenticabile”.

MERCATO LAZIO, COLPO A SORPRESA?

“Sono stati anni frenetici, anche a livello di mercato, non posso dimenticare l’acquisto di Boksic che andammo a prendere in panfilo in Sardegna strappandolo dal Marsiglia. Abbiamo avuto la fortuna di essere gente che pensava con 5-10 di anticipo rispetto a quello che il calcio stava facendo in quel momento. Ci sono state anche battaglie frenetiche in Lega per avere una gestione del sistema più manageriale. E’ stato un succedersi di avvenimenti che hanno fatto appassionare la gente e le radio. I nostri cugini soffrivano, anche oggi mi fermano per strada e mi rimproverano per questo. Bielsa? Non lo conosco, mi dicono che sia un tipo con i piedi a terrà, un condottiero, ma io credo che in una società vincente non devono esserci prime donne. Che sia un grande tecnico lo dicono tutti, poi staremo a vedere anche perchè la pratica è diversa dalla teoria, questo è il pensiero del presidente Lotito. Un allenatore deve andare a d’accordo con tutti, anche con i dirigenti, si deve ragionare collettivamente. Ma è Lotito che paga per tutti, se lui se la sentirà di portare questo tecnico evidentemente vuole lasciare un po’ lo scettro del comando“. E Bielsa potrebbe lasciare tutti senza parole: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy