Djokovic: “Mio fratello tifa Lazio. Milinkovic diventerà un beniamino, strano che la Serbia non lo veda”

Djokovic: “Mio fratello tifa Lazio. Milinkovic diventerà un beniamino, strano che la Serbia non lo veda”

Queste le parole del famoso tennista, secondo nel ranking ATP

ROMA – Novak Đjokovic, tennista serbo secondo nel ranking ATP, era presente alla finale di Coppa Italia tra Juventus e Lazio e, come racconta al portale Blicsport.rs, è rimasto colpito da un suo connazionale: “Sono andato allo stadio con mio fratello Marco e mio padre Srdjan. È stata un’esperienza fantastica assistere al match che è stato trasmesso praticamente in tutto il mondo. Mio fratello era particolarmente contento perchè era la prima volta che andava all’Olimpico ed è un tifoso della Lazio. In primo luogo, devo dire che sono rimasto colpito dalle qualità dei calciatori scesi in campo e dall’atmosfera. Prima dell’inizio della partita, ho avuto il privilegio di andare in campo e vedere come da dentro tutto lo spettacolo. La cosa che più mi ha colpito è stato vedere che i sostenitori di Lazio e Juventus sono stati uniti fino all’inno d’Italia. È stato un momento glorioso che sarà ricordato. Nella Lazio gioca il nostro Sergej Milinković Savic e devo dire che eravamo tutti entusiasti: mio padre, mio fratello e io lo abbiamo visto giocare alla grande e abbiamo pensato che potrebbe diventare il nuovo beniamino serbo. Trovo molto strano che uno come lui non riesca a trovare posto in Nazionale. Tuttavia, io non tifo nessuna squadra di calcio, ma mi piacerebbe vederlo giocare per il nostro Paese. Mi sono divertito a guardarlo”. L’omaggio a Totti intanto divide la città: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy