ESCLUSIVA – Mudingayi: “Inzaghi è un leader, l’obiettivo è far tornare i tifosi allo stadio”

ESCLUSIVA – Mudingayi: “Inzaghi è un leader, l’obiettivo è far tornare i tifosi allo stadio”

L’ex giocatore della Lazio è intervenuto in diretta su cittacelestetv.

 

ROMA – L’ex giocatore biancoceleste Gaby Mudingay è intervenuto in diretta su cittàcelestetv. Il giocatore belga ha parlato del mercato della Lazio e del suo passato con la maglia biancoceleste: “Bisogna aspettare prima di giudicare la Lazio, ovviamente spero sia una squadra competitiva. Candreva è un giocatore importante, ma i nuovi giocatori daranno il massimo e non faranno rimpiangere i giocatori che sono andati via. Immobile è un ottimo giocatore, bisogna aspettare la fine del mercato per dare un giudizio sul mercato, ma secondo me fino ad ora è buono. Speriamo che la società in questi ultimi giorni rinforzi ancora la squadra. Bisogna dare fiducia ai nuovi acquisti, chi viene alla Lazio deve sapere che deve dare il massimo per questa maglia. Io ho sempre avuto un ottimo rapporto con i tifosi. Quando sono arrivato mi avevano detto che la tifoseria era razzista. All’inizio avevo un po’ di paura, ma dal primo giorno che sono arrivato mi sono trovato bene. I tifosi mi dedicarono anche un coro, che mi ha sempre dato la forza per dare il massimo in campo. Dopo che sono andato via ho pensato molto volte di tornare e diventare una bandiera, ma purtroppo non è successo. Io mi sento ancora bene e ho voglia di giocare. Sto cercando una squadra che mi dia la voglia di entrare in campo, spero che arrivi il prima possibile qualcosa. Oggi non posso rifiutare nulla, mi sto guardando intorno. A Cesena ho dimostrato di aver fatto bene e che posso ancora giocare. Il tifoso ama prima di tutto la maglia, e i giocatori che scendono in campo devono sudare per questa maglia. Se i tifosi vedranno giocatori che danno tutto per la Lazio torneranno allo stadio. Il campionato americano sta diventando importante, così come quello cinese, se mi dovessero chiamare andrei subito. Anche negli Emirati Arabi, per me l’importante è giocare. Il Belgio ha degli ottimi giocatori, e vedendo la rosa ti aspetti tanto. Vedremo con il nuovo allenatore se riusciranno a togliersi soddisfazioni. Il nuovo allenatore dovrà capire cosa manca per vincere. Lukaku l’ho visto poche volte giocare, conosco più il fratello, ma ho sentito belle cose su di lui. Se l’ha preso la Lazio vuol dire che è un ottimo giocatore, secondo me è pronto per una maglia importante. L’obiettivo principale di quest’anno è far tornare la gente allo stadio. E’ difficile giocare senza l’entusiasmo del pubblico. Oggi ci sono duemila persone pronte a venire allo stadio. Se tra quattro mesi ce ne saranno 50 mila vuol dire che la squadra sta facendo bene. Sono contentissimo per Inzaghi, quando sono arrivato alla Lazio mi ha messo subito a mio agio. Secondo me farà molto bene, è un leader, gli piace questo lavoro, gli auguro tutto il bene del mondo. Praet è un giocatore importante. E’ un giovane, ed è giusto puntare sui giovani in ottica futura”. Ecco le ultime su Balotelli >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy