Inzaghi: “Merito la Lazio, Keita deve restare”

Inzaghi: “Merito la Lazio, Keita deve restare”

Queste le parole del tecnico biancoceleste durante la consegna del Premio Prisco

ROMA – Simone Inzaghi, il giorno dopo la sconfitta inutile ma amara contro l’Inter, è stato intercettato dai microfoni di Sky dopo aver ricevuto il “Premio Giuseppe Prisco alla lealtà, alla correttezza e alla simpatia sportiva”, dove ha parlato della stagione biancoceleste e commentato l’imminente futuro di alcuni componenti della squadra: “Penso di aver meritato di allenare la Lazio, per le stagioni fatte con i giovani e per le sette partite finali dello scorso anno. Sono orgoglioso di come questa squadra abbia disputato un’ottima stagione dopo una partenza difficoltosa, siamo stati bravi e abbiamo raggiunto traguardi impensabili come l’Europa League e la finale di Coppa Italia. Ora vogliamo difendere il quarto posto e per questo andremo a Crotone per vincere e chiudere al meglio la stagione. Il prossimo anno sarà tutto più difficile perché non saremo una sorpresa e avremo l’Europa League da giocare che rende tutto più difficile e costringe a maggiori rotazioni dei giocatori con meno tempo per preparare le gare. Serve una rosa più lunga per disputare al meglio la prossima stagione. Lotito? Il presidente è orgoglioso di quanto abbiamo fatto e di come abbiamo giocato nel corso della stagione. Ovviamente gli dispiace, come a tutti noi, aver perso l’ultima gara davanti ai nostri tifosi”. 

Lotito

KEITA

Un pensiero sul capitolo Keita: “Il mio desiderio è quello di trattenerlo. A parer mio, per aprire un ciclo bisogna trattenere i giocatori migliori e lui è uno di questi. Il lavoro giornaliero ha fatto sì che Keita ha riconquistato tutti, dai compagni ai tifosi. Ieri tutto lo stadio intonava il suo nome ed è stato molto bello. Nel pensiero di un tecnico per pianificare una stagione che deve essere come quella di quest’anno, e sappiramo che sarà difficile, c’è la volontà di confermare tutti i migliori e lui è uno di questi”.

Keita

MERCATO

Sulla prossima sessione di calciomercato ha le idee chiare: “Abbiamo giocatori importanti e che hanno fatto un ottima stagione. Io vorrei trannere i milgiori ma sappiamo che il mercato a volte è imprevedibile e noi dobbiamo essere pronti: se qualcuno partirà dovrà arrivare un giocatore dello stesso livello perché il prossimo anno avremo tre competizioni, non saremo più una sorpresa”. Il senegalese intanto grida allo scandalo: CONTINUA A LEGGERE

11

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy