RIVIVI IL LIVE – Inzaghi: “Serve l’impresa e più cattiveria per battere l’Inter”

RIVIVI IL LIVE – Inzaghi: “Serve l’impresa e più cattiveria per battere l’Inter”

Queste le parole del tecnico biancoceleste alla vigilia di Inter-Lazio di Coppa Italia

di redazionecittaceleste

ROMA – Queste le parole del tecnico biancoceleste, Simone Inzaghi, alla vigilia di Inter-Lazio di Coppa Italia: “E’ normale che la sconfitta di domenica brucia, ma ieri ho parlato alla squadra. Abbiamo rivisto la partita e ho fatto i complimenti ai ragazzi per l’impegno e la dedizione. Nessuno si è risparmiato, abbiamo fatto numeri importanti. Allo stesso tempo ho detto alla squadra di non aver l’alibi della sfortuna. La partita, il Chievo l’ha vinta e noi abbiamo contribuito. Dobbiamo mettere più cattiveria per migliorare la classifica che è ancora molto buona. Adesso pensiamo alla Coppa Italia e vogliamo passare il turno”. Un altro esame big a San Siro: “Abbiamo raggiunto 40 punti, siamo feriti ma voglio vedere la prestazione ammirata col Chievo, con più cinismo. Dovremo cercare d’essere compatti e uniti, con l’Inter serve un’impresa contro una squadra in salute. Ci abbiamo giocato un mese fa e una buona gara non è bastata”.

FORFAIT – L’infermeria preoccupa: “Convocherò tutti, tranne Lombardi che ha un ginocchio gonfio. Keita ci raggiungerà a Milano, ha avuto il contraccolpo dell’uscita dalla Coppa d’Africa. Non verrà utilizzato come Milinkovic che ha preso una brutta botta alla caviglia sabato. Tutto il gruppo verrà a San Siro per fare gruppo. Tutti dovranno essere utili in questo momento. Marchetti lo valuteremo domani, l’influenza lo ha debilitato. Oggi si è allenato, se starà bene giocherà”. Poche ore alla chiusura del mercato: “Penso che la Lazio resterà così, ma nel mercato mai dire mai. Abbiamo dimostrato di poter restare fra le prime 5 così. Adesso viene il difficile, dovremo confermarci. Col Chievo è stato un incidente di percorso”. La difesa a tre accantonata: “Ritornerà quando lo riterrò opportuno. Così abbiamo battuto l’Atalanta e siamo gli unici ad esserci riusciti ultimamente”.

CASO – Biglia compie 31 anni dopo il fattaccio di sabato : “Ha reagito da capitano, domenica è arrivato per primo al campo per allenarsi di corsa. Lucas è un esempio per tutti, dispiace per quanto accaduto sabato. Ogni tifoso può esprimere il dissenso, sin quando non si va oltre il lecito. Biglia è stato toccato, ma ha reagito alla grande. E’ carico”. In semifinale si può incontrare la Roma: “E’ un nostro obiettivo passare il turno, siamo stati sfortunati nel sorteggio. Avrei preferito giocare in casa con l’Inter. Io dovrò essere bravo a scegliere la formazione”. Grinta massima: “Io sono orgoglioso di allenare una squadra che sta facendo benissimo. Ci manca qualche punto in classifica e mi dispiace che a volte si venga criticati per una sconfitta immeritata”. L’Inter sta facendo benissimo: “E’ una squadra pericolosa costruita per arrivare nelle prime tre. Aveva avuto difficoltà iniziali, Pioli ha ricavalcato l’onda”.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy