Le voci, Milinkovic: “Ho voluto la Lazio, convincerò anche Inzaghi”

Le voci, Milinkovic: “Ho voluto la Lazio, convincerò anche Inzaghi”

Dopo la partita con l’Under 21, le sue parole: “Posso giocare sia trequartista che intermedio nel 4-3-3”

ROMA – Vuole diventare un punto fermo della Lazio. “Da quando sono arrivato ho imparato tanto, soprattutto dal punto di vista tattico: cose che non avevo mai fatto prima. E per questo adesso mi sento molto più maturo e sicuro dei miei mezzi. Devo ringraziare Pioli e Inzaghi”, racconta il serbo ai microfoni di Gianlucadimarzio.com. 15 milioni offerti quest’estate dal Napoli, due anni fa vicinissimo alla Fiorentina. Lui sceglie sempre la Lazio: “È vero, tutti mi volevano, ma alla fine la scelta spettava a me. Ho voluto fortemente la Lazio ed oggi posso dire di aver fatto la scelta giusta. Il club è attento allo sviluppo dei suoi giovani, ci fa crescere in fretta. Alla Lazio sto bene e mi diverto. Roma è bellissima e si mangia anche molto bene. Ho scelto di vivere con la mia ragazza all’Olgiata così sono anche più vicino al campo di allenamento, ma spesso vado a fare un giro in città con amici”. Adesso deve solo convincere Inzaghi: “È tutto a posto. L’anno scorso ho giocato poco con lui, ma dovevo recuperare al cento per cento prima di mettermi a disposizione”. Un po’ meno, invece, la situazione di Keita, suo compagno di squadra: “Non ho parlato con lui e non sono nella sua testa. Posso dire che per noi è importante allenarci e mantenere un’atmosfera tranquilla nello spogliatoio. Le sue decisioni non devono influire sul nostro rendimento in campo”.

RUOLO – Milinkovic scioglie l’equivoco tattico: “Posso giocare alle spalle dell’attaccante ma anche come intermedio nel 4.3-3, con la Lazio l’ho fatto per oltre trenta partite. Non ho preclusioni comunque, il mister decide dove gioco e a me va bene”. Al ritorno dall’Under 21 ne riparleremo: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy