Lotito: “Inzaghi non è mago Merlino, io accontento il progetto”

Lotito: “Inzaghi non è mago Merlino, io accontento il progetto”

Il patron della Lazio, durante l’evento report calcio, ha parlato del rinnovo del tecnico biancoceleste e poi anche del progetto stadio: “Per ora mi fermo qui”

3 commenti
ROMA – Il presidente della Lazio Claudio Lotito, durante l’evento report calcio, ha parlato del rinnovo di Inzaghi: “Devo accontentare Inzaghi? Io non devo accontentare nessuno. Mica è mago merlino che risolve tutti i problemi. Ha messo in atto delle mosse atte a valorizzare i forti giocatori che abbiamo, visto che ce li chiedono tutti. Io devo “accontentare” il progetto, non Inzaghi“. Parole forti quelle del patron biancoceleste, anche se a breve il tecnico biancoceleste dovrebbe essere “accontentato”: CONTINUA A LEGGERE
BIGLIA
Silenzio sul destino del suo capitano: “Del rinnovo di Biglia non parlo. Preferisco restare in silenzio come faccio da due anni. Nella vita devono parlare i fatti, proclami e annunci non servono a nulla. Di sicuro abbiamo una squadra di qualità e non vogliamo indebolirla, ma rafforzarla”.

STADIO

Il presidente biancoceleste è poi tornato a parlare anche dello stadio di proprietà: La storia del Flaminio non esiste, è tecnicamente impossibile gestire uno stadio di qualità. Capisco che passione, sentimenti e storia hanno un significato: vogliamo valorizzarlo, ma è altrettanto vero che dobbiamo produrre strutture che garantiscano risultati economici. Lo stadio è il cuore della società sportiva, cuore affettivo ma anche economico. E deve essere costruito in periferia, come è sempre stato. Questo per tre motivi: viabilità, parcheggi e sicurezza. Al momento opportuno faremo un incontro con l’amministrazione. Ora sto fermo, ad oggi ho sempre fatto io da apripista. Ho fatto un comunicato dicendo che non esistono tifosi di serie A e di serie B, devono avere tutti lo stesso trattamento. Nel momento in cui verrà data la possibilità a una squadra, è giusto che l’altro club della città abbia  le stesse condizioni”.

TOR DI VALLE –

Si augura di avere comunque una parità di trattamento, Lotito, con il club giallorosso: “Se la Roma ha il suo progetto, è chiaro che lo stesso progetto lo farà la Lazio. Altrettanto chiaro è che l’atteggiamento dell’amministrazione dovrà essere lo stesso. L’ultimatum di Pallotta? Io sono italiano, la mia presidenza è di cuore perché sono stato sempre tifoso della Lazio. Non pongo diktat, faccio un discorso pratico: una squadra ha la necessità di fare certi processi di valorizzazione. Mi auguro i club vengano messi nella condizione di realizzare queste struttura funzionali allo svolgimento delle proprie attività”.

Cittaceleste.it

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. anto_pal_450 - 4 settimane fa

    ….”pesce palla”” ahahahah.. bravo azzeccatissima similitudine! :-)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. anto_pal_450 - 4 settimane fa

    LOTITO, non ci sono parole per definire la tua arrogante irriconoscenza.!! Inzaghi non sarà un mago ma ti ha salvato la faccia e la stagione dopo che sei stato preso a pesce in faccia e lasciato col culo per terra all’ultimo minuto da Bielsa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. baggiofrancescon_429 - 4 settimane fa

    Inzaghi e’ u bravo ragazzo.Cosa aspetta a mollare sto pesce palla?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy