Lukaku, scatta l’indennizzo Fifa? Nemmeno un euro per de Vrij. Biglia si cura da Martinez, Bastos in Paideia

Lukaku, scatta l’indennizzo Fifa? Nemmeno un euro per de Vrij. Biglia si cura da Martinez, Bastos in Paideia

Il terzino sarà a Roma nelle prossime ore, intanto il difensore prosegue nelle cure per la lesione

di ALBERTO ABBATE

ROMA – Era evidente che l’uscita in barella non avrebbe fatto presagire niente di buono. La forte distorsione subita contro la Bosnia potrebbe tenere Jordan Lukaku ai box almeno fino alla fine di ottobre. Il terzino ha già fatto rientro a Roma, mentre il ct dei Diavoli rossi Roberto Martinez ha parlato di lui in conferenza stampa: “I legamenti non sono stati danneggiati, ma penso dovrà star fuori tra le due e le tre settimane minimo”, si legge su sport.be.  In realtà, già troppi per una minima distorsione. Per questo il nuovo staff medico della Lazio vuole visitarlo per escludere da sé l’interessamento dei legamenti.  Qualora il dottor Rodia dovesse riscontrare un danno più grave e quindi tempi di recupero maggiori, potrebbe scattare anche per Jordan il Fifa protection programm, in vigore dal 2012: un indennizzo che scatta dopo i 28 giorni d’infortunio e viene calcolato in base allo stipendio annuale di ogni giocatore. Nel caso di Lukaku, 400mila euro. Curiosità: nessun rimborso per de Vrij, infortunatosi l’anno scorso con l’Olanda contro la Turchia e rimasto ai box otto mesi. Si portava un problema di cartilagine preesistente nella Lazio. Dunque nemmeno un euro dei 900mila risparmiato per il lungo calvario. Ora dita incrociate, dopo 630′ di campionato, per il ritorno di Stefan con la Nazionale.

BASTOS

RIABILITAZIONE BIGLIA E BASTOS – Nella clinica di riferimento biancoceleste oggi Bastos, arrivato intorno alle 13.00 per monitorare la sua situazione clinica: il giocatore prosegue un protocollo riabilitativo con i fattori di crescita. Una metodologia usata, nel caso delle lesioni sopratutto in SudAmerica: per questo Biglia è volato dal medico della sua Nazionale, Daniel Martinez. Vuole guarire al 100%, ma non si accorceranno i tempi di recupero che potrebbe anche superare i 45 giorni.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy