Nesta: “Per rimanere alla Lazio rifiutai Real e Juve. Pensavo che avrei finito qui la mia carriera…”

Nesta: “Per rimanere alla Lazio rifiutai Real e Juve. Pensavo che avrei finito qui la mia carriera…”

Ecco le sue dichiarazioni…

ROMA- Alessandro Nesta, ex capitano della Lazio, ha ripercorso i suoi anni biancocelesti: “Perchè rifiutai la Juve? Perché non volevo andare via dalla Lazio. Io non mi vedevo fuori da quella società, da quella squadra, non ero pronto a prendere la valigia e lasciare quello che era stata fino ad allora, almeno calcisticamente, la mia vita. Io avevo giocato solo lì e pensavo che avrei finito alla Lazio. Due anni prima ero stato richiesto dal Real Madrid e avevo rifiutato. Oggi se ci penso… Però il destino mi ha premiato e sono finito al Milan, quasi costretto. Ma oggi ringrazio Dio: ho vinto quello che ho vinto, sono stato meravigliosamente a Milano. Ma andare via dalla Lazio e da Roma è stato comunque come strappare delle radici, profonde”. Battuta finale dedicata al grande lavoro di Inzaghi sulla panchina laziale: “Io credo che Simone abbia fatto un lavoro impressionante, è riuscito a convincere i giocatori a giocare in ruoli che prima non avevano provato, tipo Felipe Anderson. Io credo che la Lazio abbia anche un gran gioco e calciatori forti, molto forti. Poi Keita, perché Keita ha delle qualità rarissime. Ha un tesoretto in casa, la mia Lazio”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy