Rossi: “È il momento di diventare grandi, voglio Auronzo con Inzaghi”

Rossi: “È il momento di diventare grandi, voglio Auronzo con Inzaghi”

Ecco le sue dichiarazioni

ROMA- Non è riuscito a trascinare la Lazio in semifinale, Alessandro Rossi. L’avventura biancoceleste nelle Final Eight Primavera si è dovuta fermare ai quarti di finali, dopo la brutta sconfitta rimediata ieri sera contro la Roma per 5-0. Il capitano ha commentato la gara e ha parlato del suo futuro ai microfoni di Lazio Style Channel: “C’è tanta amarezza nonostante abbiamo fatto un’annata fantastica. Di certo la sconfitta non annulla quello che abbiamo fatto finora. Ci dicevamo di stare tranquilli e sereni senza sentore troppo le pressioni. Ci è mancata l’esperienza e trovarci in 10 dopo 12 minuti non ci ha aiutato. Spero che questa sconfitta li aiuti in crescere proprio come ci ha aiutato l’insuccesso in Coppa Italia. Mi auguro che l’anno prossimo la Lazio Primavera possa ripetersi. A chi passerà la fascia da capitano? Dipende chi rimarrà, Bezziccheri, Cardoselli, Miceli, Spizzichino, se penso ad un mio successore mi vengono in mente loro.  A me lascia tantissimo, sarà difficile lasciare tutto questo ma è arrivato per me il momento di diventare grandi. Bonatti? A lui sarò grato per tutta la vita, è stato un fratello maggiore. Merita di poter fare il salto nel calcio dei grandi. Il mister mi ha insegnato a diventare uomo, gli farei una statua”. Ultima battuta dedicata al suo futuro: “Io spero di giocare a calcio, mi auguro che Simone mi voglia ad Auronzo. E poi da lì si vedrà se rimarrò con la Lazio o andrò altrove”. Intanto pronta l’offerta per Muriel: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy