Mercato: c’è anche Alioski, l’outsider per l’attacco

Mercato: c’è anche Alioski, l’outsider per l’attacco

Ezgjan Alioski è il nome nuovo per l’attacco di Inzaghi, ma non è l’unico

di Simone Cesarei

ROMA- Il mercato della Lazio è al momento schiavo di cessioni che non riescono a sbloccarsi, come quelle di Keita o di Biglia al Milan. Quella dell’argentino sembra essere la partenza più prossima, con soldi freschi che arriveranno nelle casse biancoceleste per regalare finalmente ad Inzaghi i rinforzi di cui ha bisogno. In primis, serve un vice Immobile e al tempo stesso l’erede di Keita Balde, vista la sua imminente cessione. Il ds Tare sta setacciando il mercato italiano ed europeo in lungo e in largo, alla ricerca del profilo giusto che possa sostituire il bomber napoletano o giocare al suo fianco. L’ultimo strada arriva dalla Svizzera, e porta a Ezgjan Alioski, attaccante del Lugano. Secondo quanto riporta il quotidiano Blick infatti, il classe ’92 macedone sarebbe finito sul taccuino di Tare, sempre attento al mercato dei giovani in giro per l’Europa, grazie ai suoi 17 gol e 14 assist messi a segno in 36 presenze tra campionato e Coppa di Svizzera. Numeri impressionanti, che hanno attirato le attenzioni non solo della Lazio, ma anche di molte squadre di Bundesliga, come Bayer Leverkusen, Herta Berlino e Schalke 04, senza dimenticare Stoccarda e Eintracht Francoforte. Oltremanica inoltre troviamo il Leicester pronto a formulare una prima offerta per il talento macedone. Ad allettare è anche il contratto in scadenza nel prossimo giugno e una duttilità tattica che gli permette di giocare anche come esterno d’attacco, qualità da sempre apprezzata dalle parti di Formello. La valutazione del giocatore è tutt’altro che proibitiva, con 3-4 milioni di euro si potrebbe portare a casa uno dei migliori prospetti del campionato svizzero, ma la concorrenza spaventa Tare che sembra comunque intenzionato a monitorare la situazione e in caso a sferrare l’assalto decisivo.

ALTRI OBIETTIVI

muriel

Alioski è solo l’ultimo nome di un’ampia rosa di candidati pronti a prendere il posto del partente Filip Djordjevic nel ruolo di vice Immobile. Quelli che stuzzicano maggiormente la fantasia di società e tifosi sono tre: Luis Muriel, il Papu Gomez e Leonardo Pavoletti. Tutti e tre giocatori che hanno dato la loro disponibilità a giocare a Roma, rappresenterebbero l’usato sicuro su cui puntare per raggiungere il tanto agognato salto di qualità. Per Muriel, probabilmente il giocatore con più margini di crescita e dal potenziale illimitato, ci sono già stati i primi contatti con la dirigenza della Sampdoria, non disposta a scendere al di sotto dei 25 milioni della clausola rescissoria. Probabile che Lotito provi ad inserire nella trattitiva contropartite gradite ai blucerchiati come Cataldi, cosi da far abbassare il prezzo e portare a Roma uno dei migliori talenti del campionato italiano. Il Papu Gomez è stato al centro di una discussione di mercato andata in scena nei giorni scorsi a Milano, in occasione dell’assemblea di Lega, tra Atalanta e Lazio. La Dea ha tutta l’intenzione di riscattare il cartellino di Berisha e i biancocelesti vogliono sfruttare questa carta per arrivare al Papu, vero e proprio trascinatore dei bergamaschi nella fantastica stagione culminata con il quarto posto in campionato. Gomez ha già dato la disponibilità al trasferimento, intenzionato a lasciare Bergamo per un progetto più ambizioso, identikit che combacia perfettamente con le intenzioni della Lazio, vogliosa di tornare grande al più presto. Ora c’è da trovare l’accordo con l’Atalanta, sul cui tavolo c’è anche il nome di Freuler mentre Petagna sembra uscito dai radar biancocelesti. Altro nome caldo per l’attacco è quello di Leonardo Pavoletti, centravanti che per caratteristiche sarebbe la spalla perfetta di Immobile, e scontento panchinaro nel Napoli di Sarri. L’ex Genoa ha già dato la propria disponibilità al trasferimento all’ombra del Colosseo, ma il vero ostacolo nella trattativa è rappresentato dal Napoli, che non ha alcuna intenzione di svendere un giocatore pagato 18 milioni di euro a gennaio.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy