Mercato, le ultime ore di fuoco: da Keita a Berisha in uscita a Cerci e Balotelli in entrata

Mercato, le ultime ore di fuoco: da Keita a Berisha in uscita a Cerci e Balotelli in entrata

Ecco cosa potrebbe succedere prima del gong di domani sera

ROMA – Meno di 48 ore alla fine del mercato e ancora diverse sorprese dietro l’angolo in casa Lazio, sia in uscita che in entrata. Chiuso ieri il settimo colpo biancoceleste: ecco Luis Alberto dal Liverpool, classe ’92, nato trequartista, trasformatosi in esterno offensivo di sinistra. Alla Lazio costerà quasi 7 milioni di euro in totale: 4,5 milioni subito al Liverpool, gli altri 2,5 in bonus, spalmati nei prossimi dodici mesi e scatteranno ad un tot di presenze, gol e assist, la sua principale specialità. Spagnolo preso al posto di Dirar. Col Monaco ormai sembra dunque difficile riallacciare i rapporti anche per Keita, comunque ancora un caso apertissimo a Formello: per il senegalese potrebbero ora aprirsi le porte della Premier League. Servono almeno 30 milioni, però per convincere il patron Lotito. Che non fa sconti a nessuno. Nemmeno al West Bromwich Albion, che nelle scorse settimane aveva fatto recapitare a Formello un’offerta da 18 milioni di euro, prontamente rispedita al mittente . Occhio proprio al Liverpool, però, dopo l’operazione Luis Alberto: la squadra già in passato si era interessata al gioiellino biancoceleste e potrebbe inserire Balotelli, ancora senza squadra. A Formello smentiscono ancora nettamente l’affare SuperMario, ma nel calcio non si sa mai. Specie se dovesse partire Djordjevic. Resta in ballo anche Cerci in caso d’addio di Keita, sempre più sponsorizzato da Pastorello.

PORTA E DIFESA – L’agente di Candreva è al lavoro anche per trovare un posto a Berisha e ha i minuti contati: in vantaggio c’è il Palermo, ma non è da trascurare la pista Atalanta, se dovesse cedere Sportiello. Strakosha è richiesto in Premier League. La Lazio ha tolto intanto  dal mercato de Vrij. Più che altro è il Chelsea che, considerate le richieste di Lotito, oltre 40 milioni di euro, si è ritirato di buon ordine. Difficile che Conte dia il via libera ad un’operazione così costosa. Ora però da Formello, visto l’interesse e la buona risposta sul campo dell’olandese, prendono in seria considerazione di far rinnovare il contratto al giocatore in scadenza nel 2018: CONTINUA A LEGGERE 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy