Mercato, Lapadula ha detto sì. E la Lazio prova il doppio colpo

Mercato, Lapadula ha detto sì. E la Lazio prova il doppio colpo

Sebastiani: “Nella Lazio troverebbe il suo habitat naturale, il suo ambiente ideale, per spiccare definitivamente il volo”. Col Genoa si tratta Pavoletti

Lapadula

ROMA – La Lazio tenta il doppio colpo. Come riporta Il Messaggero , il Pescara è pronto a chiudere per Lapadula, ma Lotito deve alzare l’offerta a 10 milioni. Le cifre del Genoa per Pavoletti, invece, sono superiori, ma i biancocelesti contano su alcuni crediti. Esattamente 5 milioni (per le operazioni Matuzalem, Sculli e Bizzarri): nell’operazione potrebbe finire anche Djordjevic. Per l’attacco torna la suggestione Mario Balotelli. Inevitabile, visto il buon feeling con Prandelli. L’ex ct è stato uno dei pochi a saper gestire bene il giocatore del Milan. Ma non è nelle sue priorità, rimane solo un’opzione in più visti i rapporti con Raiola.

AGGIORNAMENTO ORE 01:15: “Lapadula ha detto sì”, questo il titolo della prima pagina de IlCorrieredellosport. Che, nel catenaccio, spiega come il bomber del Pescara avrebbe declinato l’offerta del Napoli: “Non vuole fare il vice di Higuain”. Alla Lazio strada spianata lì davanti come dopo-Klose.

ROMA – Il Presidente del Pescara Daniele Sebastiani a RadioOlympia: “Mi sono incontrato con Lotito e Tare poco tempo fa per parlare di Lapadula che è a tutti gli effetti un obiettivo della Lazio. L’interesse della società biancoceleste è vero, concreto, ma per concludere una trattativa c’è bisogno che l’interesse si trasformi in offerta reale… Dieci milioni la valutazione del nostro bomber capocannoniere della serie B? Si, ci siamo. La cifra è importante, me ne rendo conto, ma stiamo parlando di un attaccante altrettanto importante, che nella Lazio troverebbe il suo habitat naturale, il suo ambiente ideale, per spiccare definitivamente il volo. In giro vedo e sento prezzi per difensori che superano ogni logica di mercato, chi spende il proprio denaro per Lapadula lo fa con la certezza che si assicura “l’Higuain della serie B”. Ripeto, se la Lazio vuole, il giocatore può andare, basta non tirare la corda troppo per le lunghe perché altrimenti si può correre il rischio che il filo si spezzi… La concorrenza c’è ed è agguerrita, sia in Italia che all’estero. Il Pescara spera di giocare il prossimo anno in serie A, consapevoli che la nostra maglia numero 10 sarà indossata da un altro calciatore che speriamo vivamente sia all’altezza di chi l’ha appena preceduto…“. E occhio al possibile colpo di scena: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy