Taison vuole mettere KO le difese della Serie A. Lazio, che aspetti?

Taison vuole mettere KO le difese della Serie A. Lazio, che aspetti?

L’esterno brasiliano interessa al ds Tare. La società di Lotito può affondare il colpo

di Lorenzo Ottaviani 

ROMA – Per gli appassionati di boxe, sentir pronunciare il suo nome riporta alla memoria le gesta di uno dei più grandi di sempre, quel Mike Tyson in grado di mettere in soggezione qualunque avversario anche solo parandovisi davanti. Ma anche Taison Barcellos Freda, noto semplicemente come Taison, non è da meno. Egli infatti da anni semina il panico nelle difese di tutta Europa con la maglia dello Shakhtar Donetsk – tra campionato ucraino, Champions e Europa League – ed è pronto per il grande salto in un campionato più competitivo. Come la Serie A, ad esempio.

‘SPEEDY TAISON’ – Come ogni attaccante esterno brasiliano che si rispetti, Taison è dotato di un ottimo controllo di palla che gli consente di effettuare dribbling rapidi ed efficaci, che spesso gli permettono di servire assist ai compagni oppure cercare la porta con potenti tiri di destro, mettendo così in mostra le sue notevoli capacità balistiche. A queste qualità tecniche, si uniscono straordinarie capacità fisiche di velocità e scatto, che lo rendono difficile da arginare in campo aperto. Insomma, rappresenterebbe un valido sostituto di ‘Keitinha’ nel caso il senegalese dovesse approdare verso altri lidi.

AFFARE – Perchè la Lazio dovrebbe puntare proprio su di lui? Sicuramente per le sue caratteristiche tecniche, ma non solo. Parliamo di un giocatore esperto – compirà 30 anni a gennaio 2018 – che ha accumulato parecchia esperienza in campo europeo nelle ultime annate, perciò potrebbe essere un elemento di personalità utile negli impegni europei che vedranno protagonisti gli ‘Inzaghi Boys’ la prossima stagione. Per rendere più appetitosa la questione, il club biancoceleste potrebbe acquistarlo in scadenza, dato che il contratto in essere lo lega allo Shakhtar fino a dicembre 2017 e Taison non sembra avere nessuna intenzione di rinnovare. La Lazio sarebbe destinazione gradita, ma attenzione all’Inter, anche lei interessata alle prestazioni del numero 27 degli ucraini. Da Formello serve una sterzata decisiva. Ma questo non è l’unico nome sul taccuino di Tare: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy