NELLA NOTTE / De Martino annuncia: “Aprirò Formello a tifosi ed ex calciatori! Via i problemi del passato…”

NELLA NOTTE / De Martino annuncia: “Aprirò Formello a tifosi ed ex calciatori! Via i problemi del passato…”

“Già la prossima settimana si potrebbe organizzare da noi una visita per chi vuole”

ROMA – Ai microfoni di Lazialità in Tv è intervenuto in nottata il responsabile della comunciazione biancoceleste Stefano De Martino per fare il punto sul momento sicuramente non molto semplice che l’ambiente laziale sta vivendo. “Come ho già detto nell’intervista al Corriere dello Sport, il confronto con gli ex calciatori della Lazio può essere fatto anche da noi, nella nostra struttura. Per quel che riguarda i tifosi ci sono state molte possibilità di farli entrare dai nostri cancelli. Anche se poi è chiaro che è impossibile restare aperti 24 ore su 24, ma ogni iniziativa ha avuto un successo non indifferente. A tal proposito: non sono d’accordo quando si dice che Formello sia un ‘bunker’. Ogni volta che si è chiesto un intervento, c’è sempre stata la volontà di volerlo fare. I motivi di questo clima sono tanti, non c’è solo una problematica relativa all’andamento della stagione. Sappiamo ad esempio delle difficoltà  legate alle decisioni riguardanti Stadio Olimpico e ordine pubblico. Quando parlo di “apertura agli ex calciatori” intendo che noi siamo a disposizione. Siamo aperti con disponibilità quotidiana per far visitare Formello, sempre. Già la prossima settimana si potrebbe organizzare da noi una visita per chi vuole. Per scambiare idee, ricevere consigli da chi ha lasciato un segno nella storia di questo club. Ma quello che deve unire tutti, deve essere la Lazio. Perchè solo stringendoci, accorciando le distanze possiamo affrontare ogni problema. Lasciando fuori i vecchi problemi del passato. E sto parlando ovviamente a livello di comunicazione. Solo in questo modo qualcosa si potrà risolvere”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy