BUBU’ SETTETETE – Settimo risultato utile consecutivo, ma è solo una consolazione

BUBU’ SETTETETE – Settimo risultato utile consecutivo, ma è solo una consolazione

Flash news

Di Serena Cerracchio

ROMA – Bubu settete a sinistra: Konko ancora in campo per 90 minuti ed è ecco il settimo risultato utile consecutivo (meglio solo le 8 vittorie dello scorso girone di ritorno, negli ultimi tre anni) col francese titolare in campionato. Che benedizione Abdoullay, addirittura con la fascia da capitano al braccio. Come in Europa League col Saint-Etienne quest’anno, proprio quel 10 dicembre era iniziata la sfilza di 10 gare (comprese le due di Coppa Italia) di seguito. La differenza è che allora non c’era negli 11 Candreva: ormai è ufficiale, Antonio non vuole proprio più saperne di mettersi i gradi. Si gonfia così il bicipite di Konko, vera sorpresa e amuleto degli ultimi due mesi biancocelesti.

EMERGENZA – A destra o a sinistra, Pioli può far Konko-modo. Ed è una magra consolazione. Visto che ormai non ha più nessun’altra agevolazione in difesa. Ora si ferma pure Bisevac: il serbo lascia il campo al 6’, per un problema al flessore della coscia sinistra. Si aggiunge a Gentiletti non ancora al meglio, a Radu out un mese e de Vrij che tornerà arruolabile nella prossima stagione. Ci risiamo, riecco di nuovo soltanto Hoedt e Mauricio centrali e spunta il miracolo. Per la prima volta in questa stagione, dopo 11 partite, la porta della Lazio rimane inviolata in trasferta. Non succedeva da Sampdoria-Lazio (0-1) del 16 maggio 2015: Berisha si toglie un altro sfizio, c’è il suo zampino al fotofinish su Thereau. Ma lo 0-0 finale in superiorità numerica è una triste consolazione.

INGENUITA’ – Ingenuo Matri, da autentica bestia nera a vittima sacrificale. Matri reloadead? Celi lo stoppa. Due gol annullati  dal suo ingresso nella ripresa, al posto di un macchinoso Djordjevic. In sette minuti Alessandro diventa ancora Magno con l’Udinese: prima l’eurogol in pallonetto in fuorigioco, poi un colpo di testa fischiato per una spinta. Peccato davvero. Le sue reti ai bianconeri sarebbero diventate 13 su 18 sfide. Invece l’ex Milan si ferma a 11 con l’ultimo centro biancoceleste risalente ormai a un mese e mezzo fa proprio contro l’Udinese in Coppa Italia. Non solo. Matri si becca il rosso finale che mercoledì gli farà saltare il Napoli. Pioli però è più preoccupato a centrocampo: senza Biglia, out pure Cataldi, diffidato e ammonito.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy