C’era una volta il derby, ora c’è solo la Nord… Esaurita

C’era una volta il derby, ora c’è solo la Nord… Esaurita

Soltanto la Curva biancoceleste sarà piena nella stracittadina di domenica

ROMA – C’era una volta il derby. Ora non c’è più per diversi motivi: la protesta contro le barriere in curva, la frattura con la gestione societaria che ormai da anni pare insanabile, il prezzo dei biglietti rapportato alla scomodità dell’impianto. Tutto questo incide anche sulla partita dell’anno sia per i tifosi della Lazio che quelli della Roma, ovvero il derby. Per quello di domenica prossima in totale sono previsti circa 35mila spettatori a meno di improvvisi picchi di vendita da una parte o dall’altra. Un’affluenza che rende gli spalti stracolmi e il tifo assordante un lontano e dolce ricordo.

I NUMERI – I dati li riporta questa mattina Il Corriere dello Sport e riferendosi in particolare alla problematica “barriere” fa un confronto tra il prima e il dopo la loro installazione all’interno delle curve. Durante l’ultima stagione senza le barriere – 2014-2015 – la Roma registrava 762.819 biglietti venduti, per una media di 40.148, la massima affluenza in serie A. La Lazio, invece, totalizzava 652.551 spettatori, per una media di 34.345. L’anno successivo, il primo con le barriere nei settori, apporta un calo di affluenza impressionante: in casa giallorossa, gli spettatori diventano 668.449, con una media di 35.182; in quella biancoceleste, invece, 399.471, con una media di 21.025. La stagione in corso rivela dati ancora più significativi: la Roma ha totalizzato finora 193.288 biglietti venduti, per una media di 27.613. La Lazio 115.100, per una media di 16.443. Una tendenza, insomma, che difficilmente verrà stravolta domenica.

LA SUD – Niente derby per i tifosi della Curva Sud. La decisione del tifo caldo della Roma è arrivata: tutti al centro sportivo “Academy Qualcio Roma” in viale dei Romanisti per vedere la stracittadina su un maxi schermo. Continua dunque la protesta dei giallorossi contro la divisione delle Curve. A poco sono serviti gli appelli di Totti, De Rossi e Florenzi, il comunicato parla chiaro: “Tiferemo come se fossimo all’Olimpico. In attesa del risultato del campo una cosa è certa: noi abbiamo già vinto! Chi rinuncia ad un derby per coerenza con i propri principi non perde mai!”. Ufficialmente ora esaurita invece la Nord, che ha deciso di seguire un’altra strada: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy