• TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CALCIOMERCATO DELLA LAZIO? LE TROVI SUL CANALE 669 DELLA TUA TV! 24 ORE AL GIORNO!

Lazio, Luis e Felipe: che nervoso…

Lazio, Luis e Felipe: che nervoso…

Luis Alberto e Felipe sono andati via senza parlare. Hanno fame di giocare…

di redazionecittaceleste

 

ROMA – Tutti per uno, uno per tutti: cercando di tramutare la delusione di Felipe Anderson e Luis Alberto in rabbia agonistica. Prima il Genoa in Coppa Italia e poi la super sfida a Torino contro la Juventus. Mercoledì, con i rossoblù, verrà fatto un po’ di turnover. Spazio alle seconde linee, dunque. Strakosha, Hoedt e Kishna su tutti, ma Anche Lukaku, Lombardi e Murgia scalpitano per una maglia da titolare. Inzaghi, però, non vuole stravolgere la formazione e contro il Genoa sarà una rotazione ragionata. Luis Alberto – scrive Il Messaggero – potrebbe essere confermato, nonostante non abbia convinto contro l’Atalanta. Lo spagnolo non ha gradito il cambio al 55’ della ripresa: avrebbe voluto fare di più per dimostrare il suo valore. Al suo posto è entrato Patric, che in zona mista ha ammesso: «Quando lo sostituiscono è sempre un po’ arrabbiato, ma ha grande qualità e si farà valere». Mercoledì avrà la chance per mettere altri minuti nelle gambe per trovare il ritmo partita. Dopodomani, invece, dovrebbe accomodarsi in panchina Felipe Anderson. La squalifica di Lulic in campionato, che si aggiunge all’assenza di Keita in Coppa d’Afrtica, impone a Inzaghi di preservarlo per la Juventus.

A TUTTA FASCIA – Allo Stadium Felipe dovrebbe tornare nel ruolo che predilige, l’esterno alto d’attacco. Nel ruolo di esterno a tutta fascia, infatti, si sente sacrificato. Per questo, quando Farris lo ha sostituto all’82’ per Wallace, è andato direttamente negli spogliatoi. “Pipe” vorrebbe fare la differenza negli ultimi metri, e non correre a perdifiato sull’out di destra perdendo inevitabilmente smalto negli ultimi metri di campo. Vorrebbe prendere la squadra per mano e trascinarla con le serpentine alla vittoria. Luis Alberto e Felipe sono andati via senza parlare. Hanno fame di giocare. Nella Lazio di Inzaghi però, che insidia la corsa di Napoli e Roma, bisogna essere pronti a rimboccarsi le maniche, e tutti e due lo sanno bene.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy