Schianto allo Stadium, Lazio piccolissima…

Schianto allo Stadium, Lazio piccolissima…

Questo il commento al termine della sfida contro la Juve

di redazionecittaceleste

ROMA – Schianto biancoceleste allo Stadium. Succede tutto in un quarto d’ora: Juve prima in vantaggio con Dybala, che anticipa Radu e trafigge col mancino Marchetti; poi ci pensa Higuain a raddoppiare su un cross dalla destra di Cuadrado. Disastro difensivo di de Vrij, distratto anche in diverse altre occasioni. Pure Bonucci lo anticipa e per poco non triplica. Lazio timida davanti a Buffon con un solo “vero” tentativo del gigante Milinkovic nel primo tempo. Nella ripresa lo spartito non cambia, con Dybala vicinissimo due volte al tris. La Juve è di un altro livello in casa, non è sbagliato sognare, ma illudersi davvero – solo classifica alla mano – di poter competere con uno squadrone così. Sopratutto se i tuoi migliori uomini si eclissano: non solo de Vrij, anche Felipe e soprattutto Lucas Biglia. Inesistente e impalpabile, il capitano, a Torino. Se voleva mettersi in mostra per attirare stipendi milionari da offrire a Lotito per alzare la posta sul rinnovo (domani probabile incontro con Montepaone), obiettivo malamente fallito.

INESPERIENZA – Scuote la testa, Inzaghi, a bordocampo. Si sente quasi impotente: i suoi cambi possono essere azzeccati contro formazioni alla portata. Contro dirette concorrenti, figuriamoci con la Juve, la panchina si dimostra totalmente inappropriata a dare una svolta. Non può certo essere Djordjevic a cambiare la dinamica di un big match, né possono essere i giovani a invertire la marcia con la sola corsa. La Champions si centra con l’esperienza, non con l’approssimazione e qualche prospetto di campione. 

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy