Strakosha paratutto, Marchetti ripiomba nel tunnel

Strakosha paratutto, Marchetti ripiomba nel tunnel

Terza partita senza subire gol di seguito per il portierino albanese. Federico è di nuovo alle prese con un blocco psicologico: ci si augura di rivederlo col Torino

ROMA – Tre gare consecutive senza subire gol: alla Lazio non succedeva da 2 anni (dal 22 marzo 2015 Lazio-Fiorentina, 4-0, Torino-Lazio 0-2, Lazio-Verona 2-0). La difesa biancoceleste, dopo un inizio 2017 un po’ sottotono, torna ad essere un muro vero. Sollevato anche dai sapienti guantoni di Strakosha, sempre più meritevole di un posto da titolare: “Deciderà mister Inzaghi”. Eppure sono i numeri a indicare la scelta: 13 partite ufficiali, 9 reti subite, ma addirittura 6 sfide senza incassarne mezza. Anche a Bologna l’ennesima prova di maturità di Thomas, dopo quella nel derby.

NUOVO BLOCCO – Ma in tutto ciò: che fine a fatto Marchetti? Prima il menisco, ora ai box da due settimane davvero per un’influenza? Federico ieri giurava allo staff medico di non avere più mal di gola. Dopo il menisco, la gastroenterite e l’influenza, è la volta buona? Chissà, perché ora a preoccupare è di nuovo la testa del portiere di Bassano. Negli ultimi due anni è mezzo spesso alla prese con continui blocchi psicologici e ricadute dopo gli infortuni. Lunedì sera, in teoria, dovrebbe riprendersi il posto col Torino. Ma con lui il condizionale è sempre d’obbligo. Specie quando rimane così tanto fermo ai box. Le sue vertigini non sono paura di volare fra i pali e parare, ma di ricadere ancora. Per la 76esima partita alla Lazio: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy