Ventura si aggrappa ai laziali. Immobile e Parolo al centro del progetto azzurro

Ventura si aggrappa ai laziali. Immobile e Parolo al centro del progetto azzurro

Con tutta probabilità i due calciatori biancocelesti saranno titolari domani contro la Macedonia. Il CT della Nazionale si affida a loro

di Lorenzo Ottaviani

ROMA – Dopo la roboante vittoria sul Sassuolo di domenica scorsa, che ha concluso nel migliore dei modi la serie di impegni ravvicinati che la Lazio di Inzaghi ha dovuto affrontare, è tornato il momento di occuparsi della Nazionale. Gli Azzurri guidati da Ventura, perdendo contro la Spagna, si sono praticamente condannati a disputare gli spareggi. L’eventualità di non partecipare ai prossimi Mondiali in Russia non vuole neanche essere presa in considerazione dal commissario tecnico: “Non centrare la qualificazione sarebbe una catastrofe”, diceva alcuni giorni fa in conferenza stampa a Coverciano. Per far sì che ciò non accada, l’ex allenatore del Torino dovrà innanzitutto condurre alla vittoria i suoi ragazzi nelle prossime due gare – domani sera contro la Macedonia, lunedì 9 sul campo dell’Albania – e in seguito costruire una formazione in grado di superare il più che probabile spareggio. Per questo il processo di crescita della squadra dovrà essere costante e iniziare già dalle 20.45 di domani. In campo con tutta probabilità vedremo due componenti importanti della Lazio che tanto bene sta facendo in questo inizio di stagione: Ciro Immobile e Marco Parolo.

CECCHINO

immobile-nazionale

Cosa aggiungere sul bomber biancoceleste? Immobile non solo sta facendo le fortune dei biancocelesti – per lui già 13 gol e 4 assist in 10 partite complessive -, ma è anche il miglior marcatore dell’era Ventura. L’ultima gioia del commissario tecnico genovese è legata ancora al bomber di Torre Annunziata, quando con un bel colpo di testa ha regalato all’Italia una vittoria più sofferta del dovuto su Israele. Sebbene possa entrare in ballottaggio con il Gallo Belotti per il ruolo di centravanti – sembra che i due non possano giocare assieme -, Ciruzzo ha tutte le carte in regola per guidare l’attacco della Nazionale anche in Russia.

LEADERSHIP E GRINTA

parolo-nazionale

Come e più di Immobile, Marco Parolo si sta imponendo sempre di più come leader nello spogliatoio della Prima Squadra della Capitale. Forse anche per questo, oltre che per le sue capacità di contenimento, la sua corsa e l’abilità di interpretare le due fasi Ventura continua a mantenerlo stabilmente fra i convocati. Malgrado ci siano giocatori di grande esperienza in Nazionale, uno come il centrocampista di Gallarate può sempre fare comodo. Silenzioso e umile, ma anche determinato e conscio dei propri mezzi, l’ex-Cesena potrà rappresentare una risorsa per l’Italia già da domani sera e, si spera, per il prossimo Mondiale. Parlando di un altro calciatore biancoceleste, Luis Nani rischia di dover faticare più del dovuto per diventare titolare in questa Lazio: CONTINUA A LEGGERE

13.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy