Roma Capitale, chiusa una discoteca abusiva

Roma Capitale, chiusa una discoteca abusiva

Agenti municipali e della Polizia di Stato hanno posto i sigilli a una discoteca abusiva a via della Purificazione, registrata come associazione culturale.

ROMA – Questa notte, nei pressi di Piazza Barberini, a seguito delle molte denunce ed esposti da parte dei residenti, la Polizia Locale e quella di Stato, hanno posto i sigilli a una discoteca. Il locale, che ufficialmente era registrato come associazione culturale, oltre a non avere le autorizzazioni, presentava molte irregolarità, oltre a disturbare, fino alle 4 di mattina, il sonno dei residenti con la musica. I 65 mq del night club erano suddivisi in tre locali interrati, senza nessuno controllo degli accessi e senza le uscite di sicurezza. Quando gli agenti sono entrati nel locale c’erano 20 clienti spensierati che passavano la notte tra un drink e un ballo. Quando gli agenti hanno chiesto spiegazioni, la risposta è stata che “era una festa di compleanno, privata”, peccato che la donna, indicata dai gestori come festeggiata fosse nata a maggio. Durante i controlli effettuali è risultato che le licenze di somministrazione di alcolici fossero scadute, gli estintori pure e, a peggiorare la situazione la maggioranza dei clienti era sprovvista della tessera dell’associazione.  Finiti gli accertamenti del caso e dei documenti, gli agenti hanno posto i sigilli sia al bancone del bar sia al locale. I titolari, due uomini e una donna sono stati denunciati per esercizio abusivo di attività di pubblico spettacolo, mancanza di autorizzazioni sanitarie e somministrazioni abusiva. La multa ammonta a circa 7000 euro. Si attendono ancora provvedimenti per le violazioni al Testo Unico di Pubblica Sicurezza.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE:

STEAUA-LAZIO: ARBITRA UN TEDESCO 

BASTOS FIRMA CON LA SEG 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy