• SUL CAN.85 DELLA TUA TV TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

1 vs 1 – La rivincita dei ‘vice’: Caicedo contro Barrow

1 vs 1 – La rivincita dei ‘vice’: Caicedo contro Barrow

Ecco la nostra rubrica che descrive le partite della Lazio attraverso i duelli sul rettangolo di gioco.

di redazionecittaceleste

 

di Lorenzo Ottaviani

 

ROMA – Una partita di calcio è una storia. Un racconto costituito da colpi di scena, epiloghi a volte inspiegabili e situazioni complesse, analizzabili sotto vari punti di vista che spesso non mettono d’accordo tutti. Ma soprattutto, è composta da personaggi: i protagonisti che attraverso le loro azioni – positive o negative che siano – danno forma alla storia, la rendono interessante e a volte addirittura epica. Nel capitolo di oggi parliamo di due giocatore che potrebbero far pendere la bilancia da un lato o dall’altro nel match di domani tra Lazio e Atalanta. Due attaccanti partiti indietro nelle gerarchie che si ritroveranno a guidare il reparto avanzato di capitolini e bergamaschi: Felipe Caicedo e Musa Barrow.

 

LA FAME DELLA PANTERA

Felipe Caicedo, attaccante della Lazio

Quando Ciro dorme, o si infortuna, Caicedo balla. Essere la riserva del capocannoniere della Serie A non è semplice per nessuno, ci sono poche occasioni per mettersi in mostra e il perenne rischio di essere paragonati ad un bomber di quel calibro. Il centravanti ecuadoregno non sarà un cecchino sotto porta, ma ha qualità fisiche importanti ed è bravo nel fornire ai centrocampisti una soluzione di passaggio per far salire la squadra e sviluppare gioco. Nonostante la struttura possente ha anche buona rapidità che i rocciosi centrali atalantini potrebbero subire, per questo Inzaghi ha scelto lui per guidare l’attacco nella partita dell’Olimpico. Finora in campionato è partito dall’inizio appena due volte – domani sarà la terza – sulle complessive 20 presenze, mentre ha avuto più spazio in Europa League partendo dall’inizio in cinque occasioni. I gol segnati? 5 in tutta la stagione, ma la speranza è che il Panterone possa aumentare il suo score proprio in queste ultime giornate, dato che potrebbe essere lui a dover guidare l’attacco fino alla fine della stagione. L’Europa che conta è l’obiettivo numero uno e pur di andarci la Lazio non avrebbe particolari problemi a versare nelle casse dell’Espanyol altri 4 milioni per il cartellino di Caicedo, soprattutto se saranno i suoi gol a consegnargliela.

 

TALENTO DALLA PRIMAVERA

Musa Barrow, giovane attaccante dell'Atalanta

Quando le risorse inaspettate non arrivano dalla panchina, ma addirittura dalle giovanili! Musa Barrow ha iniziato la stagione in Primavera e adesso, anche a causa dell’infortunio di Petagna, regge il peso dell’attacco nerazzurro. Agile e sgusciate, anche se un po’ leggero fisicamente, il gambiano ha segnato due gol e fornito un assist nei circa 300 minuti giocati in Serie A. Il settore giovanile della Dea ha sfornato vari talenti negli anni e il classe ’98 sembra proprio avviato su quella strada. Certo, la truppa biancoceleste spera che domani non dia prova delle sue qualità, c’è una Champions da conquistare e il momento per farlo è ora.

 

Calciomercato Lazio, Inzaghi rimane. Ma se va via arriva lui

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy