• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

ESCLUSIVA – “Campionato? Impossibile fare proiezioni in questo momento. Spero riparta tutto”

ESCLUSIVA – “Campionato? Impossibile fare proiezioni in questo momento. Spero riparta tutto”

Ai microfoni di Cittaceleste.it parla – in esclusiva – Sebastiano Siviglia, ex difensore biancoceleste

di redazionecittaceleste
Siviglia

ROMA – Ai microfoni di Cittaceleste.it parla – in esclusiva – Sebastiano Siviglia, ex difensore biancoceleste.

Un messaggio a chi sta soffrendo in questo momento e combatte con il virus…

Il mio primo pensiero va a chi sta soffrendo, alle persone che hanno i propri cari in terapia intensiva. A chi sta salvando più vite possibile, ai medici, agli infermieri, a coloro che stanno mettendo in pericolo se stessi per alleviare la pandemia. E’ qualcosa di improvviso che ha travolto tutti, non solo l’Italia, ma tutta l’umanità. Bisogna essere bravi ad adottare le direttive date dal governo. Se si esce, occorre evitare assembramenti e solo per le necessità di primo ordine. Bisogna essere intelligenti adesso.

Perchè si è arrivati sino a qui?

I segnali iniziali non sono stati subito di grande restrizioni. Se di comparto stagno si fossero contenute quelle zone rosse e subito, forse oggi la situazione sarebbe meno grave. Andavano chiuse subito le regioni: Veneto, Lombardia, Emilia Romagna. Il virus doveva essere circoscritto. Quello che è successo in Cina è come se non ci fosse interessato perchè pensavamo che non ci toccasse in prima persona. Di responsabilità ce n’è e ce ne sono molte, ma adesso inutile parlare di questo. Alla fine si ripartirà, se ne uscirà, con tante ferite ma ne usciremo.

Se non dovesse ripartire il campionato si vaglieranno tre ipotesi: non assegnazione, assegnazione ai bianconeri o Play Off. Qual è la soluzione più giusta?

In questo momento è difficile dare una proiezione conoscendo lo stato in cui grava il nostro Paese. Posso dire che mi piacerebbe solo tornare alla normalità con un campionato che possa finire normalmente.

 Il decreto prevede la sospensione delle attività sportive, ma non professionistiche. Giusto?

Ogni società adotta le proprie strategie. Ad oggi non ci sono le condizioni per ripartire, magari potrebbe essere qualcosa di diverso tra 15 giorni. Mi affido al buon senso delle società. Lo faranno tutti insieme in maniera uniforme.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy