• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

ESCLUSIVA – Luca Pacchiarotti: “Speriamo si possa concludere il campionato sul campo. Per tornare in condizione? 15 giorni”

ESCLUSIVA – Luca Pacchiarotti: “Speriamo si possa concludere il campionato sul campo. Per tornare in condizione? 15 giorni”

Ai microfoni di Cittacleste.it è intervenuto – in esclusiva – Gianluca Pacchiarotti, allenatore di calcio ed ex portiere. Con lui abbiamo parlato di attualità e tanto altro

di redazionecittaceleste

ROMA – Ai microfoni di Cittacleste.it è intervenuto – in esclusiva – Gianluca Pacchiarotti, allenatore di calcio ed ex portiere. Con lui abbiamo parlato di attualità e tanto altro.

Molti presidenti chiedono di finire il campionato sul campo e di riprendere gli allenamenti. Che ne pensi?

In Europa molti si sono ispirati al modello italiano per le misure restrittive adoperate. A livello calcistico, invece, dico di seguire la federazione svizzera, che hanno fermato tutto a marzo. Comunque non riprenderei gli allenamenti ora: c’è la salute degli atleti, del pubblico che assiste alle partite. Bisogna fare i conti con la realtà del momento.

Cosa fare se non dovessero esserci le condizioni per finire il campionato?

Nel caso male augurato di impossibilità di proseguire il campionato, nel peggiore delle ipotesi, si dovrebbe non assegnare lo scudetto pur salvaguardando le prime 4 posizioni per Champions e quelle successive per Europa League. Per la Serie B, farei i Play off.

Quanto tempo serve ad un calciatore o atleta per tornare in condizione?

In Europa ci sono molti campionati come la Svizzera, la Croazia, la Bulgaria, la Macedonia, l’Austria che, finito il campionato fanno una pausa di 15 giorni. Credo che anche in Italia si possa fare. Non è una forzatura muscolare, quindi possono bastare 15 giorni.

Perchè gli italiani disattendono il decreto?

Fa parte della nostra cultura la capacità di reagire di fronte alle avversità, ma dall’altra parte, siamo anche un popolo un po’ superficiale. E’ vero che era difficile prevedere che questo virus fosse così devastante, però, forse, dovevamo essere più prudenti. Comunque sono certo che, quando tutto sarà finito, riusciremo a rafforzare il nostro sistema di vita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy