Fascetti: “Lazio vittima sempre degli stessi difetti, serve continuità”

Eugenio Fascetti, ex tecnico della Lazio, è tornato a parlare del momento dei biancocelesti e ha detto la sua sui tecnici di oggi

di redazionecittaceleste

ROMA – Eugenio Fascetti, ex tecnico della Lazio, è tornato a parlare del momento dei biancocelesti e ha detto la sua sui tecnici di oggi. Ecco cosa ha detto ai microfoni di ElleRadio: “Credo che i cali di tensione della Lazio siano dovuti a un problema mentale, di personalità. Contro l’Atalanta è stata una partita a due facce, e il primo tempo sarebbe potuto finire anche più di 0-3. Mi sembra che i biancocelesti abbiano un difetto che si portano dietro da tanto tempo, ovvero quello di cambiare volto più volte nel corso della stessa partita”.

Su Immobile e i rigori: “Immobile segna sempre, è un valore aggiunto. I rigori? Credo che fossero netti. Nel primo caso l’arbitro è stato bravo a vedere il pestone, perché Ciro si era trascinato un po’ dopo il contatto. Il secondo è ineccepibile sotto ogni punto di vista”.

Sugli allenatori di oggi: “Ormai quando una società sceglie un nuovo tecnico non lo fa basandosi sulla sua esperienza, non conta più nulla. Mi chiedo cosa facciano a fare i corsi per allenatori. Il Genoa ha scelto Thiago Motta, che non aveva mai allenato, forse serve più un badante per la panchina che un tecnico qualificato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy