Lazio, con lo Spezia va sfruttato ancora il secondo tempo

I liguri sono micidiali nell’approccio alla gara, ma a differenza dei biancocelesti crollano nella ripresa

di redazionecittaceleste

ROMA – Scontro inedito, non solo in Serie A, pure nei campionati italiani, quello fra Spezia e Lazio. I liguri arriveranno a questo appuntamento con 10 punti in classifica, ma solo 2 raccolti fra le mura di casa (2-2 con la Fiorentina e 0-0 con Atalanta). Curiosamente i KO interni sono arrivati con lo stesso punteggio: 1-4 sia per il Sassuolo che per la Juventus. I laziali sono a 14 punti, 9 dei quali fatti in esterna (successi contro Cagliari, Torino e Crotone). Anche per i biancocelesti c’è una stranezza nell’unica battuta d’arresto patita fuori dall’Olimpico: quella sul terreno della Sampdoria rappresenta la sola gara con zero gol marcati. La compagine di Italiano viene da 3 risultati utili di fila, quella di Inzaghi è reduce dalla batosta per mano dell’Udinese. Dando uno sguardo alle classifiche di rendimento delle due compagini balzano agli occhi alcuni dati che esaltano il percorso fatto fin qui dalla matricola in maglia bianca. Per clean sheet, vale a dire le gare senza reti al passivo, Spezia in vantaggio 3-2 sulla Lazio. Anche nelle coop del gol i marcatori liguri, 8, sono di più di quelli laziali, 7. Immobile e compagni possono però far valere l’apporto dei panchinari: 3 gol contro il singolo centro per Galabinov e soci. Chiusura con una classifica che vede le due squadre agli antipodi. Lo Spezia ha perso 6 punti nel passaggio dal primo al secondo tempo: da 16 a 10 (peggio solo il Torino con un -11). La Lazio, al contrario, ne ha guadagnati 7 nelle riprese: da 7 a 14 (meglio solo il Sassuolo con un +8). E intanto, parlando del mercato della Lazio, arrivano grosse indiscrezioni: “9 trattative possibili a gennaio!” >>> LEGGI SUBITO LA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy