Lazio, D’Amico: “Non capisco l’uscita contro il club biancoceleste”

Ecco le dichiarazioni dell’ex centrocampista offensivo della Lazio, Vincenzo D’Amico

di redazionecittaceleste

ROMA – L’ex centrocampista offensivo e golden boy della Lazio, Vincenzo D’Amico, ha parlato a Tmw Radio di diverse tematiche, tra le quali la famosa questione allenamenti in casa biancoceleste. Ecco come si è espresso: “Gioia per la ripresa del campionato, non vedevo l’ora. Per il resto non capisco la decisione della Francia”.

Dunque si riprenderà il 13 giugno:
“E’ stato scelto il male minore. Alla fine bisognava tirare le somme. Probabilmente era la soluzione migliore. Potremmo andare incontro a qualche problema, ma salviamo 300mila persone che continueranno a lavorare nel calcio”.

Cosa ne pensa del caso Lazio, con allenamenti in gruppi, poi smentiti dal club:
“Non capisco questa uscita, sembra quasi fatto per fare la spia questo articolo. Non era una partitella, ma un allenamento a distanza”.

Come commenta le parole di Chiellini sul suo libro sul Sarri e il gioco?
“Per me può mettere un po’ in difficoltà il tecnico, è come sminuirlo. E’ stato indelicato. La Juve di Sarri, e questo è certo, non è mai esistita. La squadra ha tentato di seguirlo, ma quando hai CR7, vai a dirgli cosa deve fare…”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy