Lazio, Petrelli: “La squadra ripartirà come prima. Inzaghi? Spero rimanga”

Le dichiarazioni dell’ex calciatore della Lazio, Sergio Petrelli

di redazionecittaceleste
Sergio Petrelli, ex giocatore della Lazio.

ROMA – È tornato a parlare della Lazio anche uno degli eroi della banda Maestrelli, ovvero Sergio Petrelli. Ecco come si è espresso alla radio ufficiale biancoceleste: “Sono contento per questa fase 2, finalmente stiamo tornando alla normalità. La ripresa degli allenamenti individuali è un segnale importante, i giocatori hanno bisogno di riprendere la forma migliore dopo questo lungo stop. Tutte le squadre si troveranno nella stessa situazione, sarà una situazione nuova per chiunque. La Lazio è stata brava a far rimanere tutti i propri calciatori a Roma”.

Sulla ripresa e Inzaghi: “La Lazio, in caso di una difficile ripresa del campionato, sarà la squadra più motivata a chiudere bene le 12 giornate che rimangono. Purtroppo in Italia al momento c’è molta confusione, vedo molto caos con ogni giorno che cambiano le opinioni. I biancocelesti hanno una società solida, con personaggi importanti. Spero che Inzaghi rimanga, conosce bene la situazione della società, cosa vogliono i tifosi e credo sia molto nel cuore dei giocatori. Lo stimano molto. Anche i ragazzi giovani che vedono che il giocatore sostituito dà la mano o abbraccia l’allenatore, è un bel vedere. Non lo vedrei lontano dalla Lazio, mi rifiuto che se ne possa andare”.

Sulla squadra del ’74: “Anche noi avevamo personaggi di spessore, come Maestrelli. Sono questi a fare la differenza nel corso della stagione. Un allenatore dovrebbe trovare una via di mezzo nel rapporto con lo spogliatoio, senza esagerare. Maestrelli ed Inzaghi sono simili, hanno rapporti speciali con alcuni calciatori che però non dà fastidio agli altri”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy