• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

Lazio, vince la linea Inzaghi su Luis Alberto. Gli ex Reja e Rossi: “Giusta la scelta del tecnico”

Dovrebbe partire titolare, lo spagnolo, domani a Crotone

di redazionecittaceleste

ROMA – Può rientrare nei ranghi. Luis Alberto è vivo e lotta insieme a Inzaghi. «Sono io a fare le scelte tecniche, non gli altri», l’assicurazione del mister allo spagnolo, prima di provarlo già ieri fra i titolari. Lotito e Tare sono ancora furiosi, ma al momento non hanno comunicato nulla né allo spagnolo né soprattutto al tecnico. E’ il sintomo che forse potrebbero non interferire nelle sue decisioni, questo si evince anche dalle prove dell’ultima rifinitura prima della sfida ai calabresi. A Crotone Simone ha troppo bisogno del suo numero 10, devono restare fuori dal campo le altre questioni. E’ stato già multato, ci sarà comunque un confronto col diesse nei prossimi giorni, ma negli ultimi Luis Alberto ha dimostrato di volersi far perdonare col sudore in tutti gli allenamenti. La società voleva addirittura metterlo fuori rosa dopo il suo exploit senza giustificazioni, ma l’impressione è che adesso voglia far rientrare il caso senza alzare ulteriori polveroni. Se da una parte escludere il Mago darebbe un segnale di serietà e intransigenza per il futuro a tutti gli altri compagni, dall’altro sarebbe un clamoroso autogol tecnico e avrebbe pure ripercussioni mediatiche fuori. E, come rimproverato allo spagnolo, vanno lavati in famiglia i panni sporchi.

IL PARERE
Nessuno si è schierato con l’uscita a valanga di Luis Alberto. Prima di perdonarlo, come aveva fatto dopo l’esultanza polemica col Bologna, lo ha redarguito pure Inzaghi. Ma ora, per il bene della Lazio, la frattura deve rientrare e anche la punizione deve restare nei limiti. Così la pensano pure altri ex tecnici: «Vedrete che lo faranno giocare domani – assicura Edy Reja – perché c’è bisogno di lui. La storia rientrerà e pace sarà fatta. Alla fine dev’essere Simone a decidere, anche se capisco la società». Che non può però nemmeno rischiare di svalutare uno dei suoi gioielli più preziosi: «E non avrebbe senso impedirgli di non giocare una partita – sottolinea Delio Rossi – e riammetterlo dentro dopo. O il club lo mette ai margini oppure lo lascia a disposizione d’Inzaghi, che ha tutti gli elementi per decidere il da farsi».

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy