• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

LE PAGELLE DEL DIRETTORE – Luis Alberto il migliore, Correa decisivo

LE PAGELLE DEL DIRETTORE – Luis Alberto il migliore, Correa decisivo

Le pagelle del direttore Stefano Benedetti

di redazionecittaceleste

Proto 6 Ha pochissime occasioni per mettersi in mostra e quando lo fa ci da la sensazione di essere attento e concentrato.

Bastos 6 Gioca una gara attenta anche se con un paio di sbavature difensive. Si affaccia spesso in avanti con ordine.

Vavro 6 Ogni volta che viene chiamato in causa lo fa con concentrazione e buona scelta di tempo. È un po’ legnoso. Tipico di chi gioca poco.

Acerbi 6 È lui la nuova creatura mitologica di Inzaghi. Mezzo difensore, mezzo attaccante. È ovunque. Blocca le avanzate avversarie, organizza le ripartenza e si propone come rifinitore.

Lazzari 6 Anche questa sera la Lazio gioca a sinistra che, tradotto, vuol dire che ha pochissimi palloni giocabili. Si vede però che la difesa del Cluj va in apprensione nel momento in cui prende il pallone.

Parolo 6 Gioca una gara generosa. Non si risparmia su nessun pallone giocabile. È molto presente in area di rigore. Anche se a volte ci da la sensazione di essere poco lucido.

Cataldi 5.5 Parte bene ma poi sparisce. È dinamico, vivo, intraprendente ma a corrente troppo alternata.

Luis Alberto 8 Il Migliore in campo. Fa con il pallone quello che vuole. È presente nel gol della Lazio, lancia Correa solo davanti al portiere del Cluj. Fa l’interditore, l’attaccante, il centrocampista. Tutto sulle punte. Come un ballerino.

Patric Sv

Jony 6 Dalle sue parti si difende poco e questa situazione lo rende libero. Inibito. Protagonista di molte incursioni pecca solo di precisione. Sostituito a quindici minuti dalla fine della gara da Lulic.

Lulic Sv

Correa 7 Un gol fatto. Uno divorato. Tanti dribbling e idee degne di applausi. È cresciuto moltissimo e c’è ne accorgiamo di gara in gara. Il gol è veramente pregevole anche se, se ne divora un altro solo davanti al portiere del Cluj.

Adekanye 6 Serve a Correa il pallone del vantaggio della Lazio. È veloce, dinamico. Doppio passo e finta. Ammonito è costretto a lasciare il campo a favore di Caicedo.

Caicedo 6 Entra dopo venti minuti della ripresa ma soprattutto dopo il cartellino giallo subito da Adekanye.

Inzaghi 6.5 Schiera 7 giocatori poco impegnati in campionato. La Lazio vince convincendo ma mostrando anche degli inevitabili limiti fisici visto lo scarso impiego con continuità di molto giocatori in campo. Chissà se nei suoi sogni ricorrerà l’errore di Berisha contro il Celtic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy