• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Ora è realpolitik Lazio: Inzaghi e Immobile gettano la spugna, ma li ringraziamo comunque

Ora è realpolitik Lazio: Inzaghi e Immobile gettano la spugna, ma li ringraziamo comunque

Lazio, è cambiato tutto. Ma grazie comunque

di redazionecittaceleste

ROMA – Non sono le due sconfitte consecutive, non sono i 9 gol subiti da quando è ripreso il campionato, non sono i soli 6 punti conquistati, non è la forma fisica scadente, non è l’apocalittico scenario dell’infermeria. No, sono le dichiarazioni dei protagonisti, a far capire che – forse – la lotta scudetto è davvero finita. La sconfitta della Juventus, ieri sera contro il Milan, lascia un barlume di speranza, ma è poco a cui potersi appigliare.

REALPOLITIK – La Lazio ed i suoi attori principali hanno abbandonato i toni entusiastici di qualche settimana fa, abbassano il tiro, e si presentano ai media con parole che trasudano di realtà e pragmatismo: è la realpolitik laziale. Già Parolo dopo il Milan, adesso Simone Inzaghi a fare eco, tutti a ribadire che l’obiettivo non è mai stato lo scudetto. Cosa vera solo per una parte di stagione, difficile pensare che una volta lì non ci sia stato l’impulso di provarci fino alla fine (si vedano vecchie dichiarazioni, per esempio, di Caicedo e Luis Alberto). E poi c’è Ciro, uno dei più irriconoscibili nell’avvicendamento pre e post COVID-19, il quale ammette con onestà intellettuale: “Non siamo più quelli di prima, a partire da me”. Come mai la lotta scudetto pare chiusa passa da qui, da queste dichiarazioni, passa dalla realpolitik alla quale sembra essersi stretta – all’improvviso – la Lazio. Una Lazio che, forse, non ricorda più come si sogna.

GRAZIE – Ma noi, i tifosi, lo ricordiamo molto bene come si sogna. Ed è merito di questa stessa squadra, se sappiamo come si fa. Ecco perché anticipiamo di sette giornate i ringraziamenti. Comunque vada, è stato un successo: emozioni come queste, dalle parti di Formello, non si vivevano da anni ed anni. 20 anni fa l’ultima lotta scudetto, 10 anni fa l’ultima qualificazione in Champions League. E allora, de che stamo a parlà? Grazie. Grazie davvero. Comunque vada. E intanto, parlando del mercato della Lazio attenzione: “3 giocatori sarebbero vicinissimi all’addio” >>> LEGGI SUBITO LA NOTIZIA

Giovanni Manco

 

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Red - 3 mesi fa

    iniziamo col dire che i gol subiti sono 10 e non 9
    sicuramente grazie per la bellissima stagione, per i record ottenuti e per il gioco visto, almeno fino a ieri contro il Lecce. Non si può perdere prendendo due gol identici con gli stessi errori difensivi. Se contro il Milan erano le assenze, contro l’Atalanta la condizione fisica…ora che c’è? Tutti in vacanza e campionato finito? Non direi, forse per la champions è fatta…ma dopo essere stati secondi, aver battuto le prime due arrivare quarti sarebbe buttare al vento una stagione intera

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy