lazio women

Lazio Women, Catini: “La classifica non ci rappresenta. Mi aspetto tanto”

Lazio Women

Le prime parole di Massimiliano Catini da tecnico della Lazio Women. Le biancocelesti hanno il compito di invertire la rotta

redazionecittaceleste

Un nuovo capitolo in casa Lazio Women sta per cominciare. Dopo aver sollevato dall'incarico di allenatrice Carolina Morace, la società capitolina ha deciso di affidare la panchina a Massimiliano Catini. Il suo esordio avverrà sabato pomeriggio, più precisamente alle 14:30, quando le biancocelesti sfideranno il Pomigliano. La compagine più antica della Capitale ha l'opportunità di sfidare un avversario alla portata e di ottenere così i primi punti della sua stagione. L'annata non è cominciata nel migliore dei modi ma il tempo per invertire la rotta c'è ancora. Nel frattempo il nuovo tecnico della capitoline ha partecipato alla conferenza stampa per dire la sua su questa nuova avventura:

 Lazio Women

Sull'avventura

"Il mio compito sarà quello di analizzare la squadra in modo da mettere le calciatrici nelle migliori condizioni per esprimere il loro potenziale. Abbiamo ragazze concentrate e motivate. Per questo mi aspetto voglia di rivalsa da parte loro. Se dovessi limitarmi a valutare le prestazioni offerte dalle biancoceleste, invece che badare alla classifica, non mi verrebbe da pensare ad un brutto momento psicologico. Le sto vedendo cariche in questo nuovo inizio. Nei momenti difficili come quello che stiamo vivendo, il miglior modo per tirarsi su è fare affidamento sulla forza del gruppo".

Sulle prossime sfide

"Cercheremo di mantenere le linee guida. Ci è sembrato corretto apportare meno cambiamenti possibili. Mi aspetto il massimo contro il Pomigliano. Di fronte a noi ci sono due partite importanti ma andando per ordine la prima alla quale vogliamo pensare è quella di sabato. Io e il mio staff metteremo a disposizione tutta la nostra esperienza. Sono convinto che questa posizione in classifica non sia quella che maggiormente ci rappresenta. Qui è stato fatto un grandissimo lavoro, a partire dalle giovanili. Se ci sarà qualcuna da premiare lo faremo. Sempre rispettando la volontà della società e del direttore".